VERSO IL DEBUTTO A LOS ANGELES

Mustang Mach-E , ecco come si chiama il suv elettrico di Ford

Ispirato alla leggendaria muscle car americana. Debutterà domenica 17 novembre a Los Angeles

di Mario Cianflone


default onloading pic

2' di lettura

Se ne parla da tempo, il debutto è imminente e ora ha anche un nome. Si chiama Mustang Mach-E ed è il nome del nuovo suv Ford completamente elettrico. Lo stile come è ispirato a quello della famosa mucle car dell'ovale blu che da modello diventa un brand che disegna una gamma
Mustang Mach-E, debutterà domenica a Los Angeles. tre giorni prima dell'apertura del Los Angeles Auto Show.

Noto con la sigla di progetto punta al mondo premium. Il nuovo suv a zero emissioni verrà costruito sulla nuova piattaforma elettrica per il mercato Usa e offrirà un autonomia superiore ai 500 km e trazione integrale.

In arrivo, in Italia, entro la fine del 2020, la Mustang Mach-E sarà preordinabile online, nel corso del prossimo anno.

Si tratta di un modello cruciale per il brand Usa visto che Ford lo considera la risposta a Tesla e alla futura Model Y, che non a caso sarà in vendita negli Usa alla fine del 2020. Ma nel mirino c’è Jaguar I-Pace, Mercedes Eqc e Audi e-tron.

La nuova vettura che si ispira sia pure idealmente alla Mustang sarà la prima Ford progettata da zero come un'auto ad emissioni zero, con una nuova piattaforma dedicata che consentirà di poterdisporre della trazione su due che su quattro ruote.

Darà il via, poi, al programma di elettrificazione del brand che prevede la disponibilità per ogni nuovo modello che verrà lanciato nei prossimi anni di una versione ibrida, plug-in ibrida o completamente elettrica. L'unico dettaglio tecnico del nuovo crossover elettrico che Ford ha già confermato ufficialmente è l'autonomia dell'auto: sarà capace di circa 600 km di autonomia con una singola carica.

Come molti altri modelli Ford, il nuovo crossover sarà un veicolo progettato a livello globale e dunque con solo pochi ritocchi in base ai Paesi dove sarà disponibile. Il crossover, poi, non sarà l'unico modello EV nei futuri programmi di Ford, perché il costruttore americano sta lavorando anche su un modello sempre a “guida alta” ma più economico sulla piattaforma dell'attuale Focus.

La spinta verso l'elettrificazione arriva dopo la notizia che Ford cancellerà dalla propria offerta americana gli ex modelli best-seller come la Taurus, la Fusion e le Focus, oltre alla Fiesta. Del resto le Ford di taglia medio-piccola non hanno mai trovato consensi negli Stati Uniti, ma la decisione di porre fine alla presenza di Ford dopo 110 anni nel settore delle berline medio-piccole negli Stati Uniti è un chiaro segnale che la massima redditività è l'obiettivo che ora Ford si è data anche per il mercato nazionale.


Da ricordare che Ford e Volkswagen lavorano insieme in una partnership allargata alle auto elettriche e alla guida autonoma. Volkswagen condividerà con Ford la piattaforma Meb per le vetture 100% elettriche. L'obiettivo è ridurre gestire i costi esorbitanti legati alle nuove tecnologie. Ford utilizzerà la piattaforma Meb Modular Electric Toolkit (su cui il gruppo tedesco ha iniziato a investire nel 2016 e per cui ha speso circa 7 miliardi di dollari all'interno di un piano di elettrificazione da 44 miliardi). L'ovale blu produrrà nei prossimi sei anni oltre 600mila vetture basate su Meb e in cambio Vw otterrà una remunerazione degli investimenti fatti.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...