EICMA 2019

MV Agusta, nuovo assetto e nuove moto in arrivo

La “nuova” MV Agusta punta su qualità, tecnologia e prestazioni, che si concretizzeranno nel 2020 con l’arrivo della nuova Superveloce 800 e della Brutale 1000 RR

di Federico Cociancich


default onloading pic
Superveloce 800 Serie Oro

3' di lettura

MV Agusta, marco storico ed evocativo del motociclismo italiano, si presenta ad Eicma 2019 con un nuovo assetto societario e un nuovo amministratore delegato, il russo Timur Sardarov. Per la prima volta, infatti, non ci sarà un componente della famiglia Castiglioni alla guida: Giovanni, figlio di Claudio che rilanciò il marchio dopo una profonda crisi, ha ormai solo un ruolo di consulente. Si chiude così un pezzo di storia, ma rimane un marchio in pieno rilancio che oggi vuole puntare su qualità, tecnologia, prestazioni e una maggiore accessibilità alle moto del marchio. Le moto simbolo del nuovo corso saranno la Brutale 1000 RR e ancor più la Superveloce 800 (disponibile anche in Serie Oro), un tre cilindri da 148 cavalli, cambio elettronico, display a colori da 5” e cruise control. La base tecnica deriva dalla F3 800, e il motore tre cilindri in linea rappresenta un'eccellenza tra propulsori con questo frazionamento grazie alle prestazioni, all'efficienza termodinamica, al peso contenuto e alla compattezza generale, nonché all'albero motore controrotante.

La Superveloce 800 Serie Oro utilizza sovrastrutture principalmente realizzate in fibra di carbonio e termoplastica, componenti ottenuti da lavorazione Cnc, come l'originale e specifico tappo carburante con cinghia in cuoio, la ghiera in alluminio del faro anteriore e di quello posteriore.

Brutale 1000 Serie Oro

La Brutale 1000 RR, è la naked quattro cilindri che più si sente una vera Superbike Replica e che vuole rappresentare la sintesi dell'eccellenza manifatturiera di MV Agusta: 208 cavalli di potenza massima, ciclistica evoluta, soluzioni aerodinamiche all'avanguardia, gestione elettronica votata a prestazioni e sicurezza.

Dragster 800 RR

Chi cerca bellezza, funzionalità e facilità di guida guarda alle Dragster 800 RR SCS e Brutale 800 RR SCS che montano il sistema SCS 2.0 (Smart Clutch System), la frizione che si disinnesta senza toccare la leva. Una soluzione tecnica che permette di fermarsi e ripartire senza il fastidio di gestire la frizione, ottenendo le migliori prestazioni dal motore tre cilindri in linea con albero motore controrotante.

Le moto MV Agusta non sono per tutti, e a questo l'azienda vuole - in parte - sopperire con l'introduzione della gamma Rosso: il fascino e la tecnologia di MV Agusta, a un prezzo più competitive. La n gamma è composta da Brutale 800, Dragster 800 e Turismo Veloce 800, caratterizzati, ovviamente, dalla specifica colorazione rossa e da una dotazione comunque piuttosto molto ricca, nonostante l'abbassamento del prezzo rispetto ai modelli da cui derivano. Tutta la Gamma Rosso monta il tre cilindri in linea di 798 cc, con potenza massima di 110 cv (81 kW) e coppia massima di 83 Nm. Tra le sue caratteristiche, oltre alla straordinaria compattezza e al peso molto contenuto, ci sono l'albero motore controrotante di derivazione MotoGP e il cambio estraibile. La riduzione del prezzo finale è stata resa possibile da un preciso lavoro di industrializzazione, che ha permesso di mantenere inalterata la qualità. E infatti le differenze rispetto all'allestimento standard sono davvero minime: l'elemento più facile da individuare su Brutale e Dragster è costituito dai cerchi a razze, che sono gli stessi dei modelli standard ma senza la fresatura superficiale sul profilo delle razze. Strumentazione e comandi sono identici a quelli delle versioni standard, come anche la dotazione elettronica, che comprende l'immobilizer.

Rush 1000

I visitatori di Eicma possono ammirare anche l'originale Rush 1000, una moto ideata sulla base della Brutale 1000 RR, che porta sulla scena il fascino unico e irriverente delle moto da “strip”, ideate per far vivere emozioni forti nello spazio di poche centinaia di metri. L'unica moto di produzione che utilizza valvole radiali e bielle in titanio per aiutare a sviluppare 208 cv in configurazione stradale (oltre 212 cv con scarico non omologato ed Ecu modificata) a garanzia di prestazioni da vera “bruciasemafori”. Nata come esercizio di stile, che valorizza l'evoluzione tecnica e stilistica che ha dato vita alla nuova Brutale 1000 RR, arriverà in produzione di serie nei prossimi mesi.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...