CORONAVIRUS E SPESA A CASA

MyCia, Foorban, High Quality Food, Fipe e Satispay: la consegna di cibo a domicilio diventa sempre più smart

Nuove funzionalità e servizi per le app di delivery e pagamento intelligente per ristoratori e clienti

di Luisanna Benfatto

default onloading pic
L’iniziativa MyCia

Nuove funzionalità e servizi per le app di delivery e pagamento intelligente per ristoratori e clienti


5' di lettura

Pagamenti smart, grande offerta e niente più coda ai supermercati. In un mese i servizi per il delivery food hanno fatto una rivoluzione. Tra le ultime iniziative nel settore partiamo da quella di MyCia che da piattaforma personalizzabile per trovare al ristorante piatti che rispettano il proprio stile alimentare (intolleranti, celiaci, vegani e crudisti) è diventato un enorme catalogo di tutte le attività alimentari che offrono la consegna a domicilio. E’ questo il processo di trasformazione e digitalizzazione messo in piedi, in poche settimane e in modo gratuito, dal fondatore Pietro Ruffoni, giovane 25enne di Arzignano (Vicenza), ceo di HealthyFood e ideatore del network. Ruffoni ha deciso di offrire ai gestori di ristoranti, negozi di alimentari, pescherie la possibilità di inserire la propria offerta online trasferita poi sull’app utilizzata dai 50mila utenti iscritti. “In queste ultime settimane abbiamo assistito alla nascita di tanti portali dedicati al delivery. La nostra app lo propone in modo intelligente e aiuta l'utente, in tre tap a scegliere l'asporto del piatto desiderato o il negozio con i prodotti specifici di cui ha bisogno sia che si tratti di un piatto vegano , sia di un prodotto senza glutine”.

Tutti i piccoli commercianti che non hanno tempo e capacità tecniche di digitalizzare il menu devono solo riempire un modulo online e il team provvede in poco tempo a creare gratuitamente un profilo sulla piattaforma con tutte le informazioni utili: tipologia, contatti telefonici o sito, prodotti e/o menù e orari e tempi di consegna. Fino ad ora sull’app sono stati inseriti 1000 attività in tutta Italia che raddoppieranno in pochi giorni. Le città con più segnalazioni sono Milano, Roma, Vicenza, Verona e Brescia. Il progetto, work in progress , a cui si aggiungeranno presto nuove funzionalità in futuro (sulle proposte del menu per le festività o in inglese) ha come modello di business il marketing geolocalizzato che incrocia le preferenze alimentari degli iscritti con l’offerta di ristorazione più vicina all’utente.

Fipe lancia Ristoacasa.net
La Federazione Italiana Pubblici Esercizi ha sviluppato, con il supporto della startup pOsti, Ristoacasa.net, una vetrina digitale a disposizione di tutti gli esercizi (ristoranti, bar, gelaterie, pasticcerie) che vorranno usufruirne per fornire agli utenti le informazioni necessarie alla richiesta del servizio di consegna a domicilio: telefono, indirizzo, sito internet, tipologia di cucina e fascia di prezzo. Questo strumento consente di individuare tutti i locali che fanno delivery, soprattutto quelli che decidono di gestirlo con i propri mezzi sfruttando le risorse umane aziendali evitando, per ragioni di economicità, di appoggiarsi a fornitori esterni. Il servizio permette agli utenti di circoscrivere l'area di ricerca dei ristoranti e individuare quelli presenti ad una distanza definita dalla propria abitazione. La prenotazione di un pasto a domicilio, di un gelato o di un prodotto di pasticceria potrà essere effettuata tramite contatto diretto con il ristorante. Secono i dati della federazione tra gli imprenditori della ristorazione tradizionale solo il 5,4% era già in grado, al momento dell'entrata in vigore del decreto, di fornire un servizio di food delivery. Il 10,4% si è subito attivato per svilupparlo mentre il restante 85% ha affermato di non avere intenzione di muoversi in quest a direzione.

L’offerta di Foorban per i milanesi : spesa a casa in 24 ore
Anche Foorban lancia a Milano il “Foorban Market”, un servizio di spesa a domicilio con consegna entro 24 ore. La startup del food-tech attiva nel segmento dei servizi food alle aziende, ha deciso di riconvertire la sua logistica di ultimo miglio, la sua app e la sua piattaforma tecnologica, per offrire ai milanesi un servizio di spesa express. Sull'app e sul sito web della startup - prima riservata ai piatti per la pausa pranzo aziendale - è infatti possibile dal1 aprile acquistare prodotti come pane, uova, farina, olio e latte, cassette di frutta e verdura fresca, semilavorati di gastronomia, come cereali, verdure, pollo, tacchino , manzo e classici piatti pronti come lasagne, parmigiana, couscous o salmone al forno. Tutti i prodotti di gastronomia sono cucinati freschi, ma vengono stavolta consegnati freddi e confezionati in atmosfera protetta, e possono essere conservati in frigo fino a 5 giorni. Le consegne sono gratuite e garantite, l'ordine minimo è di 30 euro, ed è possibile pagare anche con buoni pasto cartacei o digitali.


Dai ristoranti ai clienti finali: l’offerta di High Quality Food
Consegna in tutta Italia (in 48 ore) anche se la sua base è a Roma e qui la spesa è assicurata in un giorno. Anche High Quality Food, che offriva materie prime Made in Italy all'alta ristorazione, ha ritenuto necessario indirizzare il suo progetto ai consumatori italiani con obiettivo duplice: contenere l'impatto economico negativo sul proprio business e sostenere la filiera agroalimentare italiana. Così Simone Cozzi, l'imprenditore dell'azienda, vende ora i prodotti HQF al pubblico, con un'offerta commerciale che beneficia di tutti i servizi necessari (sanificazione di tutta la catena produttiva, tecnologie di controllo, logistica termo-controllata) a prezzi vantaggiosi. Dalla pasta ai salumi, dalla carne ai formaggi e poi pesce oli e e legumi: per riempire la dispensa e mangiare come al ristorante. In più Amuchina, Candeggina e sapone liquido in formato gigante.

Do it smart con Satispay che lancia il servizio “Consegna e ritiro”
Alberto Dalmasso, Ceo e co-founder di Satispay, ha dovuto accelerare i tempi: “Da tre anni a un mese!”. Il cambiamento imposto dalla pandemia ha fatto nascere in tempi record il nuovo servizio “Consegna e Ritiro” che permette agli esercenti di ricevere gli ordini telefonicamente, richiedere e accettare i pagamenti tramite app, semplificando così le operazioni di ritiro e di consegna. Il servizio ha infatti due differenti opzioni: “Consegna a domicilio” e “Prenota e ritira”.
Tramite questa nuova funzionalità i negozianti potranno dare visibilità alla propria attività, che sarà visualizzata direttamente nella lista dei negozi dell'app Satispay per comunicare alla community di oltre un milione di utenti, la nuova modalità di acquisto.
Agli utenti basterà selezionare una delle opzioni, scegliere il negozio, telefonare al numero dell’esercizio e procedere all'ordine. Una volta concluso, il negoziante potrà inviare al cliente, direttamente dalla sua applicazione Satispay Business, la richiesta di pagamento con l'importo dei beni acquistati. Alla ricezione della conferma di pagamento, il negoziante potrà preparare l'ordine, consegnarlo o attenderne il ritiro presso il proprio negozio senza alcun contatto per il pagamento. “Consegna e Ritiro” è disponibile gratuitamente per gli esercenti per i mesi di aprile e maggio.

Per approfondire
Coronavirus, nuovi business e solidarietà dal food&wine italiano

Vivoacasa, ogni giorno un piatto di pesce fresco sulla vostra tavola in abbonamento

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti