internazionali d’italia

Nadal re di Roma e del mondo: batte Zverev e torna n.1 della classifica mondiale

di Carlo Festa

L’esultanza del campione maiorchino al termine del match contro il tedesco Zverev

2' di lettura

Lo spagnolo Rafa Nadal conquista per l'ottava volta gli Internazionali d'Italia a Roma e torna numero uno della classifica mondiale, scavalcando nuovamente in vetta Roger Federer. Nadal archivia il 78imo trofeo in carriera e il 56imo sull'amata terra rossa. Ora Nadal proverà a centrare l'obiettivo dell'undicesimo Roland Garros. La finale vedeva di fronte le prime due teste di serie, Rafa Nadal e Alexander Zverev. Lo spagnolo dominava con i suoi suoi sette titoli vinti (l'ultimo nel 2013): si trattava della 113ima finale in carriera e la decima finale al Foro Italico. Lo spagnolo si presentava all'appuntamento con il miglior bilancio sulla terra rossa: 407 incontri vinti e 36 persi.

Zverev aveva invece trionfato a Roma per la prima volta lo scorso anno, prima volta in carriera in un Masters 1000, ad appena 20 anni. Il tedesco è al momento il giocatore più in forma del circuito, finora capace di vincere otto titoli in carriera: in serie positiva, prima dell'incontro di oggi, da 13 partite dopo aver vinto il torneo di Monaco di Baviera e il Masters di Madrid. Il bilancio dei precedenti vedeva Nadal in vantaggio per 4-0, con l'ultima sfida un mese fa nei quarti di Coppa Davis a Valencia.

Loading...

La partita ha avuto fasi alterne ed è stata fortemente condizionata dalla pioggia. Parte bene Zverev nel primo set che ottiene subito il break. Ma Nadal non perde tempo e recupera subito l'avversario, strappando a zero il servizio a Zverev. Nadal non sbaglia più, mentre Zverev non riesce ad esprimere il suo miglior tennis: lo spagnolo va 3-1 grazie a un doppio fallo del tedesco. Accelera ancora e va prima 5-1 e poi chiude i conti 6-1 in 33 minuti.

Di tutt'altro tenore il secondo set. Il tedesco tiene la battuta e il match cambia direzione. Zverev alza il livello del suo tennis e Nadal viene messo sotto pressione: mette a segno cinque games consecutivi (con due break) che gli consentono di vincere il secondo set 6-1. Nel terzo set la pioggia prende le luci del palcoscenico, ma il match non viene sospeso all'inizio del terzo set. Il tedesco in stato di grazia vola 3-1 con un break. A questo punto l'arbitro sospende l'incontro per due volte. Un'ora dopo i due finalisti tornano in campo e Nadal sembra trasformato dalla pausa. Ottiene subito il break del 3 pari. Zverev sembra rimasto negli spogliatoi e concede a Nadal il suo servizio per andare 5-3. Rafa non sbaglia e chiude i conti 6-3.

Nella finale femminile la campionessa in carica Elina Svitolina si conferma, superando Simona Halep (6-0 6-4 il risultato) nella riedizione della scorsa finale. Match mai in discussione, con l'ucraina superiore in tutte le fasi del match. Rimarrà numero 4 del mondo.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti