Mdp

Nasce anche in Regione Lazio il gruppo degli ex Pd

di Andrea Marini

2' di lettura

Nasce anche in Regione Lazio il gruppo Articolo 1 - Movimento democratico e progressista, che raccoglie gli scissionisti del Pd. La formazione sarà composta da cinque consiglieri regionali, due provenienti dal Pd (Rosa Giancola e Riccardo Agostini) più i tre consiglieri di Sinistra italiana - Sel (Daniela Bianchi, Marta Bonafoni e Gino De Paolis). L’ufficializzazione potrebbe arrivare già nelle prossime ore, ma più probabilmente slitterà alla prossima settimana, visto che è stata rinviata la conferenza stampa di presentazione prevista per oggi, a causa degli impegni del leader del movimento, il deputato Roberto Speranza.

Nessun pericolo per la maggioranza
La nascita del nuovo gruppo non mette in pericolo la maggioranza a sostegno della Giunta Zingaretti, né sono previsti scossoni sul fronte del programma di governo. Primo perché della maggioranza (a differenza di quanto succede per il governo nazionale) fanno parte già dal 2013 gli uomini di Sel, il cui esponente Massimiliano Smeriglio è vicepresidente della Regione e braccio destro proprio di Zingaretti. Proprio Smeriglio è uno degli animatori della nascita del Gruppo Mdp in Regione. Secondo, Zingaretti stesso non è un renziano (l’ex premier è visto in questa fase come fumo negli occhi da Sel) e appoggia Andrea Orlando nella corsa alla segreteria nazionale del Pd. Inoltre Zingaretti sarà domani a Roma alla kermesse del Campo progressista, il movimento dell’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia, di cui fa parte lo stesso Smeriglio, e che punta a costituire l’ala sinistra di una coalizione di centrosinistra.

Loading...

I cinque consiglieri dimostrano la consistenza politica del nuovo gruppo

I numeri in consiglio
Con l’uscita di due consiglieri, il Pd in Regione scende a quota 20 (compreso lo stesso Zingaretti). Oltre al Pd, la maggioranza conta su altri 5 consiglieri (tra liste civiche e gruppi minori) a cui si aggiungono appunto i 5 del nuovo Mdp.
«Un numero - ha osservato Smeriglio - che dimostra la consistenza politica del nuovo gruppo». E senza Mdp sarebbe a rischio la soglia minima di 26 seggi per far passare i provvedimenti. Probabile che il nuovo gruppo tenderà a distinguersi in consiglio con una «nuova agenda sociale» che punti alla tutela dell’ambiente e al sostegno al reddito delle fasce più deboli.

Nuovi gruppi anche in altri enti locali
Già nel Comune di Firenze è nato un nuovo gruppo di Mdp con due consiglieri che hanno lasciato il Pd. Il gruppo resta anche qui nella maggioranza a sostengo del sindaco di Dario Nardella. Anche il Comune di Reggio Emilia ha due nuovi consiglieri di Mdp. La prossima settimana, poi, potrebbe essere la volta della Regione Emilia Romagna.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti