scienze della vita

Nasce Argobio, incubatore di startup biotech europee

Nel pool di investitori anche Angelini Pharma, che entra con una quota del 30%, 15 milioni investiti

di red Salute

default onloading pic
(AdobeStock)

2' di lettura

E’ nato Argobio, incubatore francese di startup dedicato alle scienze della vita, sostenuto da 50 milioni di euro di capitale impegnato. Nel pool di investitori che affianca i fondatori -Kurma Partners, una delle maggiori società di venture capital nel settore sanitario, e da Bpifrance, la banca nazionale di investimenti francese, ci sono anche Angelini Pharma, società farmaceutica internazionale privata, Evotec, alleanza per la scoperta di farmaci e società di partnership per lo sviluppo, e l'Istituto Pasteur, centro di ricerca biomedica di fama internazionale.
Argobio creerà e lancerà nei prossimi cinque anni almeno cinque ambiziose società biotecnologiche, reperendo progetti innovativi in fase iniziale da prestigiosi istituti accademici di ricerca europei, concentrandosi su aree terapeutiche selezionate: malattie rare, disturbi neurologici, oncologia e immunologia. Cercherà inoltre di sviluppare promettenti piattaforme tecnologiche per la realizzazione di prodotti terapeutici. Argobio identificherà, selezionerà e incuberà questi progetti fino alla creazione dell'azienda vera e propria, fornendo le vaste competenze in materia di scoperta e sviluppo di prodotti terapeutici innovativi del suo team di esperti imprenditori biotecnologici.

Angelini entra con una quota del 30% e con un finanziamento di 15 milioni di euro. «Siamo entusiasti di poter investire e di essere attivamente coinvolti nelle attività di Argobio - ha dichiarato Pierluigi Antonelli, Amministratore Delegato di Angelini Pharma - Grazie a questa iniziativa, saremo in grado di valutare i programmi più promettenti delle migliori istituzioni accademiche europee e continuare a investire in aziende pionieristiche, che stanno sviluppando terapie innovative. Dopo l'acquisizione di Arvelle Therapeutics, questo è un ulteriore e importante passo avanti verso la nostra ambizione di divenire leader europei nell'innovazione nelle aree terapeutiche della salute mentale, sistema nervoso centrale e malattie rare».

Loading...

Tutti gli investitori avranno l'opportunità di assumere quote di partecipazione nelle società biotech create da Argobio.
«La maggior parte delle recenti approvazioni di nuovi farmaci sono state originate da piccole aziende biofarmaceutiche - dichiara Francesco Paolo di Giorgio, Global Head of R&D External Innovation and Corporate Venturing di Angelini Pharma - Le startup stanno guidando l'innovazione nel settore farmaceutico grazie alla loro efficienza, agilità e capacità di capitalizzare sull'implementazione di nuove tecnologie. Questo investimento fa parte di una più ampia strategia di “open innovation” che mira a creare accordi di collaborazione tra Angelini Pharma e startup innovative».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti