ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIndustria

Nasce a Nord Est il polo dell’acciaio che fa capo ad Alessandro Benetton

Aussafer ha acquisito la Ramo

di Vincenzo Chierchia

I punti chiave

  • L’operazione
  • Aussafer e Ramo
  • La strategia 21 Invest

2' di lettura

A Nord Est polo dell’acciaio hi tech targato Alessandro Benetton. Come informa una nota la Aussafer, azienda friulana leader nella lavorazione dei metalli ad alta tecnologia, da
dicembre 2020 nel portafoglio di 21 Invest, gruppo di investimento europeo fondato e guidato da Alessandro Benetton, ha siglato l'acquisizione della Ramo, anch'essa friulana e attiva nello stesso settore.
Aussafer, guidata dalla famiglia Citossi con sede a San Giorgio di Nogaro in provincia di
Udine - prosegue la nota di 21 Invest - è specializzata nelle lavorazioni dei metalli realizzate con centri di taglio laser, punzonatura e pressopiegatura ad alta tecnologia, per applicazioni in svariati settori industriali, con un focus sull'elettromeccanica e prototipazione di motori elettrici anche destinati alla mobilità sostenibile.
Ramo, azienda friulana guidata da Marco De Sabbata, è attiva da oltre 50 anni nella
lavorazione dell'acciaio con l'applicazione della tecnologia dello stampaggio a freddo e del
taglio laser, nello stabilimento di Povoletto, in provincia di Udine. Come specifica la nota l'azienda friulana realizza lavorazioni sinergiche a quelle di Aussafer, indirizzandosi in particolar modo ai settori della refrigerazione e dell'arredamento professional, prevalentemente destinate al mercato estero, in particolare Germania e Austria, aree estremamente strategiche per lo sviluppo del Gruppo Aussafer.
Aussafer acquisisce con Ramo una tecnologia complementare a quella del taglio laser, con
significative opportunità di cross-selling, nonché una squadra giovane guidata da Marco De Sabbata, che continuerà ad essere coinvolto nel progetto.

Con questa acquisizione Aussafer si consolida nel nel settore, raggiungendo un fatturato di circa 50 milioni già nel 2021.L'operazione è stata assistita dallo Studio Molaro, Pezzetta, Romanelli, Del Fabbro & Partners di Udine.

Loading...

Alessandro Benetton, fondatore e presidente di 21 Invest, commenta: «Questa
operazione è un segnale importante del percorso di crescita condiviso che stiamo strutturando con Aussafer, nonché un primo passo concreto verso l'obiettivo di creazione di un polo industriale della lavorazione dell'acciaio ad alta tecnologia. Con Aussafer, infatti, intendiamo sposare appieno la teoria dello Shared Value di Michael Porter, applicata in Italia dalle aziende partecipate da 21 Invest, accompagnando la crescita di un'azienda capace di creare valore economico e socialeperil suo territorio».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti