Economia Digitale

Nasce RoboMaker, l’idea di Amazon di reinventare il robot intelligente

di Antonio Dini

default onloading pic


3' di lettura

da Las Vegas - Robot nella nuvola. Perché non portare anche l'automazione delle fabbriche o di sistemi complessi nel cloud? L'obiettivo ovviamente è ridurre i costi e accorciare i tempi di addestramento dei sistemi di machine learning, le intelligenze artificiali che stanno diventando il sistema dominante per fare tutto.
Il primo annuncio di rilievo nell'edizione di quest'anno di re:invent, la conferenza annuale di Amazon Web Services (la divisione che si occupa di cloud computing di Amazon), è RoboMaker, un servizio che permette agli sviluppatori di costruire, testare e distribuire applicazioni di robotica intelligente direttamente dal cloud.
In pratica, il servizio di AWS permette di collegare uno degli standard industriali del settore, Robot Operating System (ROS) ai servizi cloud offerti dalla casa di Seattle: machine learning, monitoraggio e analitici. In questo modo è possibile da un lato addestrare e testare in tempi molto più brevi lo sviluppo di un sistema robotizzato virtuale, dall'altro utilizzare la copia nel cloud per gestire ad esempio una o più fabbriche.
In prospettiva, sostiene Amazon, questo incrocio tra sistemi robotizzati intelligenti e cloud si rivelerà cruciale, perché in futuro la quotidianità di aziende e utenti finali avrà sempre più a che fare con questo tipo di sistemi ibridi. «Abbiamo clienti – dice il general manager di Aws RoboMaker, Roger Barga – come il Jet Propulsion Lab della Nasa, oppure Stanley Black & Decker, Robot Care System e Apex.AI. Sono i primi clienti che usano RoboMaker per costruire space rover, droni per ispezione di impianti industriali, robot per la cura degli anziani».
Se può apparire fantascientifica (e fin troppo fantasiosa) l'idea di robot intelligenti nella vita di tutti i giorni è probabilmente perché abbiamo una idea troppo fantascientifica di cosa sia un robot intelligente. La verità è diversa ed è già tra noi. Per capirlo, bisogna capire prima cosa sono i robot. I robot sono computer dotati di sensori e attuatori, cioè macchine in grado di rilevare informazioni provenienti dall'esterno, effettuare dei calcoli e agire. Un numero sempre maggiore di queste macchine sta entrando nella vita quotidiana di tutti noi, sia nelle case che nelle fabbriche.
I lavori che compiono vanno dalle faccende domestiche più noiose all'inventario dei magazzini, dalle ispezione di condotte, ciminiere e fili ad alta tensione in ambienti industriali pericolosi a ricognizioni del traffico con i droni. I robot eseguono questi compiti attraverso istruzioni espresse in applicazioni software che ricevono ed elaborano i dati dei sensori e controllano gli attuatori che creano movimento e azione. Anche se in teoria sembra semplice, invece sviluppare, testare e distribuire applicazioni di robotica intelligenti è difficile, richiede tempo e richiede una serie diversificata di competenze difficili da acquisire. Ad esempio, l'implementazione di funzioni di robotica intelligente come il riconoscimento degli oggetti, l'elaborazione del linguaggio naturale o il movimento autonomo richiede la conoscenza di apprendimento automatico di uno scienziato dei dati. «La creazione di un ambiente di sviluppo – dicono gli ingegneri di RoboMaker – richiede giorni di configurazione dell'infrastruttura e del software. La creazione di simulatori realistici per testare le applicazioni di robotica in più ambienti virtuali richiede mesi per costruire il software e l'infrastruttura necessari per eseguire più simulazioni in parallelo».
Una volta che un'applicazione è stata completata, uno sviluppatore deve ancora costruire o integrarsi con un sistema OTA (over-the-air) per distribuire l'applicazione sul robot e quindi aggiornare l'applicazione sul robot mentre è in uso. Tutto questo limita fortemente il numero di robot e funzioni intelligenti attualmente in uso. Ecco dunque secondo AWS a cosa serve RoboMaker: fornire un set integrato di software e servizi per consentire agli innovatori di sviluppare, testare e implementare applicazioni di robotica intelligenti su larga scala. Nascondendo nella nuvola, cioè nell'infrastruttura di Amazon, tutta la complessità.

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti