Londra

National Gallery compra “Il ritrovamento di Mosè” di Gentileschi

Il crowdfunding #SaveOrazio va in porto e raccoglie 2 milioni di sterline. L’opera di proprietà di Graham Kirkham venduta per 19,5 milioni

di Marilena Pirrelli


default onloading pic

2' di lettura

Obiettivo raggiunto: la National Gallery di Londra ha raccolto il denaro sufficiente per acquistare il capolavoro di Orazio Gentileschi “Il ritrovamento di Mosè” in mostra nella sala 31 della galleria inglese, entro aprile dovrebbe essere spostato nella sala barocca recentemente rinnovata. Il museo ha annunciato di aver raccolto con successo 19,5 milioni di sterline per acquistare l’opera di Gentileschi, datata inizi del 1630. A vendere il dipinto è Graham Kirkham, imprenditore nel comparto del mobile, sua la catena Direct Furnishing Supplies, con l'accordo organizzato da Sotheby's e Pyms Gallery. L’opera di Gentileschi ha un valore di 22 milioni di £, ma i vantaggi fiscali hanno fatto sì che il museo abbia avuto bisogno di raccogliere una somma ridotta.

I sostenitori
Il principale finanziatore è stato l' American Friends della National Gallery , che ha fornito 8,5 milioni di £ (il loro patrimonio totale l'anno scorso è stato di 225 milioni $). Il National Gallery Trust , finanziato dalla ristorazione e dalle vendite al dettaglio, ha fornito 5 milioni £, con ulteriori 500.000 £ provenienti da lasciti.
Il National Heritage Memorial Fund (NHMF), con fondi governativi, ha erogato 2,5 milioni £, che rappresentano la metà della sua dotazione per l'anno. L' Art Fund ha donato 1 milione £, la sua più grande sovvenzione dal 2016. Gli ultimi 2 milioni £ appena raccolti provengono da privati e trust. Sebbene importanti acquisizioni con NHMF e assistenza Art Fund siano spesso in tournée nei musei regionali, la grande opera di Gentileschi (3 mt di larghezza) renderebbe questo difficile, quindi non ci sono piani immediati per i prestiti. “The Finding of Moses” farà bella mostra di sè la prossima primavera quando la National Gallery esporrà le opere della figlia di Orazio, Artemisia (4 aprile-26 luglio).
 

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...