Sport

NBA: 70 punti a 20 anni, Booker nella storia!

a cura di Datasport

1' di lettura

Fa sorridere pensare che non siano bastati ai suoi Phoenix Suns per vincere a Boston contro i Celtics ma Devin Booker entra di diritto nella storia della NBA con una prestazione da urlo: 70 punti! Una cifra spropositata per la guardia da Kentucky che, alla seconda stagione in carriera, diventa il più giovane di sempre a superare quota 60 alla tenera età di 20 anni e 145 giorni, lui che finora non era mai andato oltre i 39, per tre volte quest'anno.   "Mi ispiro a Kobe Bryant. Grazie a lui non mi pongo nessun limite". Queste le parole di Devin, figlio di quel Melvin visto negli anni '90 e a inizio 2000 in Italia con le maglie di Pesaro e Milano: proprio Kobe Bryant è l'ultimo ad aver superato quota 70 in una partita, quando il 21 gennaio 2006 ne fece 81 ai Toronto Raptors. Booker è soltanto il sesto giocatore nella storia a segnare almeno 70 punti in una gara dopo Kobe appunto, Elgin Baylor, David Robinson, David Thompson e Wilt Chamberlain (sei volte e col record assoluto di 100).   Peccato che questa prova non sia valsa una vittoria, come accaduto anche a Chamberlain (tre volta, una a 78) e David Thompson. La partita resta comunque storica per Booker, cha ha chiuso con 21 su 40 al tiro, 24 su 26 ai liberi e 51 punti nel solo secondo tempo (28 nel quarto periodo). Non c'è dubbio che Devin sia un predestinato, nemmeno LeBron James e Carmelo Anthony hanno avuto un picco simile in carriera, ora però deve riuscire a trasformare questi exploit individuali in successi di squadra visto che i Phoenix Suns, ancora una volta, navigano nei bassifondi della Western Conference.

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti