ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùDossier del ministero

Negli atenei torna a salire il personale ma l’età resta alta: in cattedra a 52 anni

Il ricambio che non c’è. Si diventa professore ordinario a 58 anni, unici under 30 gli assegnisti di ricerca. Dipendenti totali in aumento dell’1% sul 2019 ma il gender gap rimane: solo il 35% dei docenti è donna

di Eugenio Bruno

3' di lettura

Se 52 anni vi sembran pochi. È questa l’età media che serve per accedere alla docenza universitaria. Un dato che è rimasto praticamente stabile negli ultimi 10 anni e che risente del “doping” anagrafico imputabile agli assegnisti di ricerca, che sono ormai gli unici under 30, a parte gli studenti, che popolano i nostri atenei. A dirlo è l’ultimo focus del ministero dell’Università sul personale docente e non docente in servizio nel 2020/21 che riaccende i fari anche sullo squilibrio di genere ancora...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati