USA

Coronavirus ultime notizie. Oms, record aumenti casi nelle 24 ore. Lombardia, riaprono le discoteche, da sabato via libera al calcetto. Florida, oltre 11mila nuovi casi in un giorno, ma sabato riapre Disney World

L’Italia vieta l’ingresso da 13 Paesi
Le notizie sul coronavirus di ieri 9 luglio
● Hong Kong chiude di nuovo tutte le scuole
● Smart working e didattica a distanza trainano le vendite di pc
● Banche Usa, verso trimestre peggiore da 2008
● Oms: possiamo ancora tenere la pandemia sotto controllo



  • Test sierologico nel bergamasco, positivo il 42%

    Dopo Alzano, anche ad Albino, sempre in valle Seriana epicentro dell'epidemia da coronavirus, emergono i primi dati della campagna di screening condotta in questi giorni da Ats Bergamo. Dei 2.097 cittadini sottoposti al test sierologico negli ultimi 8 giorni, il 42% è risultato avere anticorpi - il che significa essere venuti a contatto con il virus - di cui poi successivamente il 9% (ovvero 83 persone) sono risultati positivi anche al tampone.

    Visto l'aumento di positività di persone asintomatiche, in via prudenziale, Ats effettuerà il tampone rinofaringeo a tutto il quartiere Perola nel Comune di Albino (circa 600 persone) nella giornata di domenica. “È un dato che non deve spaventare - spiega Massimo Giupponi, direttore generale di Ats Bergamo -: abbiamo già iniziato a lavorare con il sindaco di Albino, gli uffici regionali e avviato una collaborazione con l'Istituto Mario Negri e, nel giro di pochi giorni, potremo sapere se questi tamponi contengono materiale virale in concentrazione così bassa da non doversi considerare pericoloso per la salute”.

  • Fauci: «Trump sbaglia a dire che il 99% dei casi è innocuo»

    Nuovo scontro a distanza tra Donald Trump e Anthony Fauci sulla pandemia. Il maggior esperto di malattie infettive americano, membro della task force della Casa Bianca contro il covid-19, ha contestato in un'intervista pubblicata oggi sul Financial Times l'affermazione del presidente degli Stati Uniti secondo cui il 99% dei casi di coronavirus sono innocui. «Sto cercando di capire dove il presidente ha ottenuto quel numero. Quello che penso sia successo è che qualcuno gli ha detto che la mortalità generale è di circa l'1%. E lui ha interpretato, quindi, che il 99 % non è un problema, quando ovviamente non è così», ha spiegato. Fauci ha inoltre riferito che non ha modo di fornire informazioni al tycoon da almeno due mesi e che non lo vede di persona alla Casa Bianca dal 2 giugno, nonostante la ripresa della pandemia. «Il dottor Anthony Fauci è una brava persona ma ha fatto molti errori», ha osservato dal canto suo Trump in una intervista alla Fox (leggi sotto, ndr).

  • Florida, oltre 11mila nuovi casi in un giorno

    Il giorno precedente della riapertura del parco a tema Disney ad Orlando (leggi sotto, ndr), la Florida si conferma come uno degli epicentri della pandemia negli Stati Uniti. Infatti, nelle ultime 24 ore i casi riscontrati di infezione da nuovo coronavirus sono stati 11.433 , il secondo maggior incremento dall’inizio della pandemia nello stato.

  • Russia, rivisto al rialzo il numero delle vittime a maggio

    In Russia sono almeno 7.444 le persone decedute a maggio la cui morte può essere attribuita all'epidemia di Covid-19: lo riferisce l'istituto nazionale russo di statistica Rosstat rivedendo di fatto al rialzo la precedente stima delle autorità sanitarie di Mosca, secondo cui erano 3.633 le persone morte a maggio a causa del nuovo coronavirus.«A maggio il coronavirus è stato la causa principale di morte in 5.644 casi» in Russia e «ci sono anche 1.800 casi in cui il coronavirus è ritenuto la principale causa del decesso ma tutti i test non sono ancora stati completati», ha dichiarato il direttore dell'istituto nazionale russo di statistica Rosstat, Pavel Malkov, citato dall'agenzia di stampa statale Tass. «In altri 1.530 casi - ha proseguito Malkov - sono state riportate altre cause di morte ma il coronavirus ha avuto un impatto. Infine, il coronavirus è stato diagnosticato ma non ha avuto nessuna influenza nella morte in 3.478 casi».

  • In Turchia 1.003 casi e 23 vittime in 24 ore

    Salgono a 210.965 i casi di Covid-19 in Turchia, con 1.003 contagi registrati nelle ultime 24 ore su 48.787 test effettuati. Le nuove vittime sono 23, per un totale di 5.323 decessi confermati. I ricoverati in terapia intensiva aumentano a 1.182, con 402 intubati. I pazienti guariti crescono di 1.493 e diventano in tutto 191.883. I tamponi effettuati dall'inizio della pandemia sono 3.881.410. Lo ha riferito nel suo bollettino quotidiano il ministro della Salute turco Fahrettin Koca.

  • Oms, record aumenti casi nelle 24 ore

    L'Organizzazione mondiale della sanità segnala un aumento record di casi di coronavirus nelle ultime 24 ore a livello globale. In particolare stima il numero dei nuovi casi a 228.102, con l'ultimo calcolo che si attestava a 212.326 lo scorso 4 luglio. la media dei decessi rimane invece invariata a circa 5.000 al giorno.

  • Sono 5 le regioni con indice Rt maggiore di 1

    Sono 5 le Regioni con un indice Rt superiore a 1. Si tratta dell'Emilia Romagna (1,2), che ha lo stesso valore del Veneto. Segue la Toscana con 1,12 il Lazio con 1,07 e il Piemonte con 1,06. La Lombardia è a 0.92. È quanto si legge nel Monitoraggio settimanale del ministero della Salute e dell'Istituto superiore di Sanità.

  • Algeria, aumentano i contagi totali, ora sono più di 18.000

    L'Algeria registra altri 463 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, che portano a 18.238 il bilancio totale dei contagiati nel Paese nordafricano. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Algeri attraverso le parole del portavoce della Commissione speciale per il monitoraggio della diffusione della malattia, Djamel Fourar, precisando che i decessi sono saliti a 996. In aumento anche i guariti, che passano da 12.637 a 13.124. 50 pazienti sono in rianimazione.

  • Oms: possiamo ancora tenere la pandemia sotto controllo

    È ancora possibile tenere la pandemia di coronavirus sotto controllo. Lo ha affermato l'Organizzazione mondiale della Sanità rispondendo a domande durante il consueto briefing. Il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, sottolineando che nelle ultime sei settimane il numero di casi di covid-19 a livello globale è più che raddoppiato, ha rimarcato che «ci sono molti esempi nel mondo per cui, pur con una diffusione molto intensa, questa può essere riportata sotto controllo» e ha citato i casi di Spagna, Italia e Corea del Sud.

  • In Trentino primi arrivi degli operatori sanitari per vacanze gratuite

    Stanno arrivando in Val di Sole, in Trentino, i primi sanitari e il personale medico impegnato nei mesi scorsi nei Covid Center di tutta Italia per trascorrere un periodo di vacanza offerto dagli operatori turistici della valle trentina. L'iniziativa ha ricevuto, nel giro di pochi giorni, migliaia di richieste di adesione da parte degli operatori in servizio nei Covid Center di tutta Italia. «Finora, abbiamo ricevuto oltre 700 prenotazioni per oltre 6000 presenze distribuite nelle 100 strutture ricettive aderenti. Ma le richieste continuano ad arrivare anche last minute» conferma Fabio Sacco, direttore dell'Apt della Val di Sole. I sanitari italiani sono ospitati nell'ambito dell'iniziativa “Siete la nostra Italia migliore”. Ad essere coinvolti nell'iniziativa della Val di Sole sono tutti i sanitari italiani (medici, infermieri, operatori sociosanitari, tecnici di radiologia, psicologi) e a loro si aggiunge anche il personale ausiliario e gli addetti delle pulizie. Il pacchetto offerto prevede un soggiorno di 3 notti.

  • Rezza: indice di contagio superiore a 1 in diverse regioni a causa dei contagi “importati”

    In diverse regioni l'indice di contagio ha superato quota 1 a causa di «alcuni focolai di rilevanza più o meno grave per l'importazione di infezioni dall' estero»: lo ha spiegato Gianni Rezza, direttore per la prevenzione del Ministero della Salute, riferendosi ai nuovi dati del monitoraggio dei casi da Covid in Italia per la settimana dal 29 al 5 luglio. «Serve rafforzare le misure di distanziamento sociale sapendo che l'Ssn sa identificare questi focolai e contenerli» ha concluso Rezza.

  • Monitoraggio settimanale: quadro infezione Covid a bassa criticità

    «Complessivamente il quadro generale della trasmissione e dell'impatto dell'infezione da Sars-CoV-2 in Italia rimane a bassa criticità con una incidenza cumulativa negli ultimi 14 giorni (periodo 22/6-5/7) di 4.3 per 100 000 abitanti (in lieve diminuzione)». Questo è quanto emerge dal Monitoraggio settimanale del Ministero della Salute e dell'Istituto superiore di Sanità. «A livello nazionale, si osserva una lieve diminuzione nel numero di nuovi casi diagnosticati e notificati al sistema integrato di sorveglianza coordinato dall'Iss rispetto alla settimana di monitoraggio precedente, con Rt nazionale < 1, sebbene lo superi nel suo intervallo di confidenza maggiore».

  • 135 nuovi casi in Lombardia, sei i decessi

    Sono 135, di cui 72 a seguito di test sierologici e 46 'debolmente positivi', i nuovi casi di coronavirus registrati oggi in Lombardia a fronte di 11.505 tamponi effettuati. Secondo i dati della Regione i guariti/dimessi sono 69.828 (+145) mentre rimangono in terapia intensiva 27 pazienti (-4) e i ricoverati non in terapia intensiva sono 190 (-11) I decessi sono stati sei, per un totale dall'inizio dell'emergenza di 16.736 vittime.

  • In Usa risale anche la curva delle vittime

    Non solo una lunga scia di record giornalieri sui nuovi casi di contagio: ora negli Usa comincia a salire di nuovo anche il numero dei morti del coronavirus. Un campanello d'allarme che segnala la possibile fine di mesi di declino nel numero totale delle vittime. Nell'ultima settimana secondo i dati ufficiali la media è salita a 608 decessi al giorni, contro i 407 di inizio luglio. A metà aprile la media era di 2.200 al giorno, ma c'era il focolaio di New York. Mercoledì in Texas c'è stato un balzo di 119 morti, in Arizona di oltre 200. Record giornalieri anche in Florida, Mississippi e Tennessee. In totale dall'inizio della pandemia i morti in Usa sono oltre 133 mila.

  • Air China costretta a sospendere voli fra Mosca e Pechino

    Un volo di Air China da Mosca a Pechino sarà sospeso dopo che più di cinque passeggeri che vi hanno viaggiato il 4 luglio sono risultati positivi al test per Covid-19. Lo ha dichiarato oggi l'ente cinese di regolamentazione dell'aviazione civile. La sospensione del volo CA910 durerà una settimana a partire dal 13 luglio ed è la quarta di questo tipo a essere stata imposta dopo l'introduzione il 4 giugno di un meccanismo di ricompense e sospensioni da parte della Civil Aviation Administration of China (Caac). Secondo la politica della Caac, se tutti i passeggeri di una compagnia aerea in arrivo risultano per tre settimane consecutive negativi al test sul coronavirus, la compagnia che opera il volo potrà aumentarne la frequenza a due alla settimana. Se invece il numero di passeggeri che risultano positivi al test arrivano a cinque, i voli della compagnia aerea saranno sospesi per una settimana. La sospensione durerà quattro settimane se il numero di passeggeri positivi al test arriva a 10. La Caac ha inoltre dichiarato che Air China non è autorizzata a trasferire la quota originaria riservata al volo CA910 ad altre rotte.

  • Premier provincia sudafricana di Gauteng positivo

    Il premier di Gauteng, la provincia sudafricana diventata l'epicentro della pandemia di Covid-19 nel Paese, è risultato positivo al coronavirus. David Makhura ha dichiarato oggi via Twitter di essere stato testato dopo aver manifestato i sintomi del virus, aggiungendo che si auto-isolerà e lavorerà da casa per 14 giorni in modo da monitorare la sua salute. Nella sua dichiarazione, Makhura ha sollecitato i cittadini a indossare le mascherine, lavarsi le mani e rispettare il distanziamento fisico. Oggi il Sudafrica ha registrato il record giornaliero di nuovi contagi, pari a 13.674 unità. Quasi la metà di questi, precisamente 6.531 casi, sono stati registrati nella provincia di Gauteng, la più industrializzata del Paese in cui sono ubicate la capitale Pretoria e l'importante area urbana di Johannesburg.

  • Florida, nonostante il boom di casi riapre Disney World

    Nonostante la Florida sia attualmente uno degli stati Usa più colpiti dalla pandemia riaprirà domani Disney World ad Orlando, il mega resort e parco giochi chiuso da marzo a causa del coronavirus. Molte le misure di sicurezza prese per fronteggiare una situazione che in Florida vede un boom di contagi. Disney ha già riaperto tre parchi in Asia, mentre Disneyland, in California, resta al momento fermo.

  • Sudafrica, record contagi giornalieri

    Il Sudafrica ha registrato il suo record giornaliero di casi da quando è scoppiata la pandemia di Covid-19. Il ministero della Salute ha infatti dichiarato che ci sono stati 13.674 contagi nelle ultime 24 ore dopo aver fatto il maggior numero di test in un singolo giorno nel Paese. Quasi la metà dei nuovi casi sudafricani, pari a 6.531 unità, è stata registrata nella provincia di Gauteng, epicentro del virus. Il Sudafrica conferma attualmente 3.720 decessi, ma si prevede che tale cifra crescerà con l'avvicinarsi del picco di contagio previsto nei prossimi mesi. Salim Abdool Karim, che presiede il comitato consultivo del governo per l'emergenza Covid-19, afferma che i sudafricani dovranno abituarsi a convivere con il virus e continuare ad avere le cautele necessarie fino a quando non sarà stata trovata una cura, aggiungendo che ci sono attualmente 130 diversi studi sui vaccini a livello globale, incluso uno iniziato in Sudafrica due settimane fa. Il Paese è stato chiuso per più di tre mesi, ma alcune attività hanno riaperto nelle ultime settimane per salvare occupazione ed economia a rischio.

  • Banche Usa, verso trimestre peggiore da 2008

    Le banche americane si apprestano ad alzare il velo sul trimestre peggiore dalla crisi finanziaria del 2008. I risultati del periodo aprile-giugno, che saranno diffusi a partire dalla prossima settimana, secondo gli analisti mostreranno l'effetto del coronavirus sui maggiori istituti, stretti fra il calo dei consumi, e quindi del credito al consumo, e le perdite sui finanziamenti. Il tutto solo in parte bilanciato da eventuali guadagni sul trading.JPMorgan è attesa all'esame dei risultati del secondo trimestre martedì 14 luglio, così come Citigroup e Wells Fargo. Il giorno successivo è la volta di Goldman Sachs, mentre il 16 luglio è Bank of America a presentare i conti. L'attenzione è alta per Wells Fargo che, in occasione della trimestrale, potrebbe annunciare il taglio di migliaia di posti di lavoro.

  • Tunisia, 9 casi nelle ultime 24 ore

    La Tunisia registra nelle ultime 24 ore altri 9 nuovi contagi da coronavirus, che portano a 1.240 il totale dei casi confermati nel Paese nordafricano dall'inizio del diffondersi dell'epidemia. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Tunisi in un comunicato, precisando che i decessi sono 50, i guariti 1067, e 126 le persone attualmente positive sull'intero territorio. Anche gli ultimi casi recensiti si riferiscono a cittadini tunisini rientrati dall'estero ospitati in speciali strutture. La Tunisia, ha riaperto le frontiere il 27 giugno scorso e figura nella lista dei Paesi extra Ue cui l'Unione europea ha aperto i propri confini.

  • Lombardia, riaprono le discoteche, da sabato via libera al calcetto

    Via libera da sabato al calcetto in Lombardia. Lo conferma la nuova ordinanza del governatore Fontana, che autorizza da sabato 11 luglio gli sport di squadra, di contatto e individuali, «solo in assenza di segni/sintomi» mentre «all'accesso della struttura», la temperatura non dovrà essere superiore a 37.5. «La misura - dice l'ordinanza - potrà essere rimodulata in funzione dell'evoluzione dello scenario epidemiologico». La Regione conferma da oggi la riapertura di discoteche e sale da ballo, già prevista nell'ordinanza del 29 giugno, ma solo negli spazi all'aperto.

  • In Italia prevale il ceppo “europeo”

    L'epidemia di Covid-19 in Italia porta la firma del coronavirus di ceppo 'europeo' B1, quello arrivato in Germania da Shanghai, mentre il ceppo originario di Wuhan sembra avere un ruolo del tutto marginale: a indicarlo è l'analisi di 59 nuovi genomi italiani di SarsCoV2, messi a disposizione della comunità scientifica internazionale dai ricercatori dell'Università Statale di Milano. Lo studio, condiviso sul sito medRxiv, incrementa significativamente il numero delle sequenze ottenute in Italia da infezioni autoctone. «I 59 campioni provengono da pazienti di Lombardia, Veneto, Marche e Toscana: di questi, ben 58 appartengono al ceppo europeo B1, arrivato dalla Germania: secondo la nostra analisi filogenetica, era presente in Italia già a inizio febbraio», spiega Gianguglielmo Zehender, professore associato di igiene alla Statale. «A sorpresa solo un paziente del Veneto, che non ha riferito viaggi recenti o contatti con persone dalla Cina, è risultato contagiato dal virus del ceppo ancestrale B di diretta importazione da Wuhan».

  • Trump attacca Fauci: «Ha fatto molti errori»

    «Il dottor Anthony Fauci è una brava persona ma ha fatto molti errori»: il presidente americano Donald Trump torna ad attaccare il virologo della task force della Casa Bianca che chiede di frenare sulle riaperture degli Stati visto l'aumento costante dei casi di contagio. In un'intervista a Fox, Trump ha sottolineato come gli esperti prima avevano detto di non indossare le mascherine, poi di indossarle. E poi i voli dalla Cina che il tycoon dice di aver fermato subito nonostante il parere contrario dei suoi esperti.

    il virologo della task force della Casa Bianca Anthony Fauci. (EPA/Oliver Contreras)
  • Bankitalia: Pil 2020 -9,5%, -13% se peggiora pandemia

    L'economia italiana va verso una riduzione del Pil del 9,5% quest'anno nello scenario base di una diffusione della pandemia sotto controllo in Italia e a livello globale. Lo scrive Bankitalia nel bollettino economico. Se tuttavia emergessero nuovi focolai «rilevanti» - avverte Bankitalia - «il Pil potrebbe scendere di oltre il 13% quest'anno» con un recupero più moderato negli anni successivo rispetto allo scenario di base, che prevede +4,8% nel 2021 e +2,4% nel 2022. Le stime potrebbero al contrario migliorare con un rafforzamento delle politiche espansive all'esame dell'Unione europea.

  • Francia, bollettino settimanale: aumentano i positivi

    In aumento i casi positivi di coronavirus anche in Francia: nel suo bollettino settimanale, Santé Publique France, avverte che «la circolazione del Sars-Cov-2 è in aumento in Francia», anche se resta ad «un livello basso». Anche il numero di bambini contaminati è in aumento. «Durante la settimana dal 29 giugno al 5 luglio, il numero di casi di Sars-Cov-2 registrati è stato di 3797, contro 3406 la settimana precedente». Secondo i dati di SOS Médecin, la progressione è del 41% rispetto alla settimana precedente, con 1523 atti realizzati per sospetti casi di Covid contro 1082 otto giorni prima. Si resta comunque molto distanti dal periodo marzo aprile quando il virus circolava moltissimo. Spf lancia quindi un forte appello alla popolazione a rafforzare la vigilanza per evitare che l'epidemia non torni a crescere ancora più rapidamente, rispettando i cosiddetti 'gesti barriera' come l'uso della mascherina o il distanziamento sociale, che a Parigi sembrano già aver dimenticato in molti.

  • Record di contagi in Croazia, 166 nelle ultime 24 ore

    La Croazia, con 116 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, registra la giornata con il più alto numero di nuovi contagi dall'inizio dell'epidemia. Lo ha riferito il ministro della Sanità Vili Beros. È la prima volta che i positivi al Covid-19 in un giorno superano i cento, mentre i casi di infezione attiva hanno raggiunto il numero di 1.038 persone. Da ieri si sono registrate due vittime, che portano il totale dei decessi a 117. Vista la crescita dei casi, il ministro Beros ha annunciato che nei prossimi giorni verranno introdotte nuove misure di precauzione, in particolare in relazione agli assembramenti pubblici e per l'ingresso dai Paesi balcanici vicini nei quali l'epidemia registra ugualmente una forte impennata. «Non pensiamo a divieti, ma a misure igieniche più restrittive», ha spiegato. Gli organizzatori di eventi pubblici dovranno adottare ulteriori precauzioni, igienizzare i luoghi dei raduni e avere liste delle persone presenti per poter individuare i contatti di eventuali infetti. Il personale di negozi, centri commerciali e delle strutture turistiche, bar e ristoranti dovrà indossare obbligatoriamente le mascherine. Per ora non ci sono stati turisti stranieri che hanno contratto il virus durante il loro soggiorno in Croazia, ma si registrano solamente tre casi di persone giunte sulla costa croata già contagiate, ma senza saperlo. Nel caso un turista venisse confermato positivo dovrà trascorrere la quarantena in Croazia, in strutture che dovranno allestire gli alberghi o i privati che hanno strutture ricettive. Alternativamente, nel caso sia possibile organizzare il trasporto del paziente a casa senza contatti con altre persone, tali turisti potranno ritornare previo consenso dei loro Paesi di origine.

  • Unità di terapia intensiva in 5 capitali di stati brasiliani vicine al collasso

    Le unità di terapia intensiva in cinque capitali brasiliane sono vicine al collasso, dopo che il gigante sudamericano ha registrato oltre 40 mila casi di Covid-19 in 24 ore per il terzo giorno consecutivo: lo rende noto il quotidiano Correio Braziliense. Le unità di terapia intensiva in questione sono quelle presso le città di Cuiabà, Natal, Florianopolis, Curitiba e Belo Horizonte, la cui occupazione supera il 90%. Secondo le stime, aggiunge il giornale, il Brasile oggi supererà i 70 mila decessi per coronavirus. Nel centro-sud del Paese, la situazione è critica a Curitiba e Florianopolis. «Anche con il costante impegno del governo, la prevenzione è e continuerà a essere il modo migliore per combattere il virus», ha dichiarato il governatore di Santa Catarina, Carlos Moises.

    Reparti militari effettuano tamponi agli indios in Brasile. (EPA/Joedson Alves)
  • Toti: Rt Liguria a 0,62, ripartenza in sicurezza

    «Dopo diverse settimane dalla fine del lockdown in Liguria l'Rt, il famoso indice di contagio, è pari a 0,62. I dati del Ministero della Salute confermano che il trend continua a essere positivo per tutti gli indicatori, senza segnali di allarme, nonostante la riapertura delle attività economiche». Lo sottolinea il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti oggi pomeriggio via Facebook. «Gli ospedali si stanno svuotando, non ci sono più pazienti Covid in condizioni gravi e il numero di nuovi casi è molto contenuto grazie alla costante attività di monitoraggio che la nostra sanità non ha mai smesso di fare. - dichiara - Quando c'è stato bisogno siamo stati i primi a chiudere ma con coraggio abbiamo anche scelto il momento giusto per riaprire: mentre gli altri dispensavano allarmismi gratuiti e gufate, noi con prudenza e buonsenso, abbiamo fatto ripartire la Liguria in sicurezza».

    Il presidente della regione Liguria Giovanni Toti. (ANSA/LUCA ZENNARO)
  • Recovery Fund: Repubblica Ceca, serve distribuzione giusta anche per noi

    «La cancelliera» Angela Merkel «è determinata ad approvare presto il pacchetto» sul Recovery Fund. «Va bene, ma le ho detto che deve essere» una proposta «giusta per noi». Lo ha scritto su Twitter il premier ceco Andrej Babis al termine di una videoconferenza durata venti minuti con Merkel. «Ho accennato più volte che il criterio della disoccupazione negli ultimi 5 anni» previsto dalla Commissione Ue «per la distribuzione dei fondi non va bene per noi», ha scritto Babis. Praga sta ora «valutando» la nuova proposta presentata oggi dal presidente del Consiglio europeo, Charles Michel e vuole «ottenere il massimo» perché, ha spiegato, «abbiamo bisogno di quei soldi per investire».

  • Lazio, Rt sale a 1,13, rischio moderato

    L'Rt nel Lazio sale a 1,13 segnando un livello di rischio moderato. Lo comunica l'Unità di Crisi regionale sottolineando che dei 23 nuovi casi 11 sono di importazione e di questi 8 con link di ritorno da Bangladesh, uno da Nicaragua, e due di ritorno da Milano. Intanto sono stati superati i 2.500 tamponi per la comunità del Bangladesh.

  • Finlandia su Recovery Fund: proposta Michel da riequilibrare

    «La nuova proposta di Michel» contiene «alcuni passi giusti» sul Bilancio Ue 2021-2027 «ma è necessario fare molto lavoro sul Recovery Fund. Abbiamo bisogno di un ammontare complessivo più basso e di un migliore equilibrio tra sovvenzioni e prestiti». Così la premier finlandese Sanna Marin commenta la proposta presentata dal presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, su Twitter.

  • Smart working e didattica a distanza trainano le vendite di personal computer

    Lo smart working e la didattica a distanza portano ossigeno nel mercato dei personal computer, che aveva chiuso il primo trimestre con un calo a cifra doppia a causa dell'impatto del coronavirus sulla produzione e sulla domanda. Per il secondo trimestre gli analisti concordano con una ripresa superiore alle attese, stimata tra il 3% e l'11% circa. I più cauti sono i ricercatori di Gartner, secondo cui tra aprile e giugno le consegne di pc fissi e portatili sono aumentate del 2,8% su base annua a quota 64,8 milioni di unità, trainate da «una crescita straordinariamente grande nella regione Emea», cioè Europa, Medio Oriente e Africa. Gli esperti di Canalys, che nei pc includono anche le workstation, stimano le consegne in aumento del 9% a 72,9 milioni di unità. Nel dettaglio, notebook e workstation mobili hanno registrato un +24%, mentre pc e workstation fissi hanno subito una flessione del 26%. Per Idc le consegne globali, workstation incluse, son aumentate dell'11,2% a 72,3 milioni di unità. «La forte domanda spinta dalle esigenze del telelavoro e dell'e-learning ha superato le aspettative precedenti e ha nuovamente messo il pc al centro del portafoglio tecnologico dei consumatori», osservano gli analisti. Tra le aziende, Canalys e Idc mettono al primo posto Hp con circa 18 milioni unità, seguita da Lenovo con 17,4 milioni e da Dell a 12 milioni. Fuori dl podio ci sono Apple, con consegne stimate tra i 5,3 e i 5,6 milioni di Mac, e Acer, tra i 4,8 e i 5 milioni di pezzi.

    Un notebook, tra le categorie di computer con il maggiore incremento delle vendite. (EPA/HAYOUNG JEON)
  • Fmi: il debito pubblico è salito al 101,5% del pil globale

    All’emergenza coronavirus la politica ha risposta in modo «senza precedenti”» stanziando 11mila miliardi di dollari. La risposta però «ha anche contribuito a far schizzare il debito pubblico globale al livello più alto della storia, sopra il 100% del pil mondiale, superando il picco del dopo Seconda Guerra Mondiale». Lo afferma il Fmi, sottolineando che il debito è salito al 101,5% del pil globale.

  • Viaggi e rientri in Gran Bretagna senza quarantena

    Fine dell’obbligo di quarantena in vigore nel Regno Unito per tutte le persone in arrivo o in rientro da decine di Paesi, inclusa l’Italia. La revoca della misura, il cui annuncio era stato formalizzato una settimana fa dal ministero dei Trasporti con grande sollievo delle compagnie aeree e il turismo, mette fine per i viaggiatori di una lista di nazioni, indicate in questa fase come «a basso rischio» d’importazione di contagi da coronavirus, all’isolamento obbligatorio di 14 giorni imposto dal governo di Boris Johnson a tutti i visitatori - salvo limitatissime eccezioni per alcune categorie come diplomatici o trasportatori di generi essenziali - dall’8 giugno. Pena multe da mille sterline, peraltro inflitte nella realtà in queste settimane soltanto in rarissimi casi. La lista degli Stati di provenienza esentati, inizialmente 59, si è nel frattempo allungata a 75. Restano però esclusi, e quindi soggetti alla quarantena, Paesi come Usa, Cina, Russia, India, Brasile, Canada e, in Europa, Svezia o Portogallo. La Spagna, inserita in origine, è stata tagliata fuori dalle sole autorità locali della Scozia - allineatesi in questi giorni al pari di Galles e Irlanda del Nord al via libera del governo Johnson, valido nell’annuncio iniziale per l’Inghilterra - a causa dei nuovi focolai che vi si sono registrati. Mentre un ripensamento è stato deciso temporaneamente anche per gli arrivi dalla Serbia, cancellati alla fine dall’esenzione - ma per l’intero Regno - a causa di allarmi analoghi.

  • Conte: Italia verso una proroga dell’emergenza oltre il 31 luglio

    «Non vi dovrete sorprendere se la decisione sarà di prorogare lo stato di emergenza» oltre il 31 luglio «perché se non lo prorogassimo, non avremmo più neppure i mezzi e gli strumenti per continuare a monitorare, per poter intervenire». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel corso di un punto stampa a Venezia. «Ragionevolmente andiamo verso la proroga dello stato di emergenza», ha ribadito, posto che si tratta di una decisione, ha rimarcato, che il Consiglio dei ministri deve assumere collegialmente.

  • Recovery fund: proposta Michel conferma 750miliardi

    Il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, propone di mantenere intatta l'entità del Recovery Fund, a 750 miliardi di euro, e di confermare la proporzione tra trasferimenti a fondo perduto e prestiti, rispettivamente 500 e 250 miliardi. Lo ha spiegato lo stesso Michel presentando la proposta negoziale per raggiungere un accordo sul Recovery fund ed il bilancio Ue 2021-2027, al vertice del 17 e 18 luglio.

  • Emilia Romagna: da Regione 1 mln per editoria locale

    La Regione Emilia-Romagna mette a disposizione un bando da un milione di euro per sostenere le imprese e gli altri soggetti dell'informazione locale operanti sul territorio. Un contributo straordinario legato alla messa a disposizione gratuita di spazi per campagne di comunicazione istituzionale della Regione – di giunta e Assemblea legislativa - esclusivamente su temi inerenti l'emergenza Covid-19 e le sue conseguenze. Il contributo regionale andrà da un minimo di 3.600 euro per le testate on line a un massimo di 10mila euro per la stampa cartacea quotidiana e le emittenti televisive, per la diffusione di 6 campagne regionali da agosto a dicembre 2020. Il bando è aperto a soggetti di tutti i comparti: emittenti radio-televisive; stampa cartacea quotidiana e periodica, regionale e locale; testate giornalistiche on line; agenzie di stampa quotidiane. Tra i requisiti richiesti, la testata giorrnalistica regolarmente registrata, un direttore responsabile, l'attività giornalistica svolta esclusivamente da personale iscritto all'Albo professionale, essere in regola con il pagamento degli stipendi e i versamenti contributivi previdenziali di tutto il personale.

  • Israele, quasi 1.600 casi in 24 ore

    Nuovi dati preoccupanti sulla diffusione del coronavirus in Israele sono stati diffusi dal ministero della Sanità. Il numero complessivo dei casi positivi è salito a 35.533, ossia 1.586 in più rispetto a giovedì. I malati sono adesso 16.651, di cui 438 ricoverati in ospedale mentre gli altri 16.213 sono in isolamento nelle proprie abitazioni o in appositi alberghi messi a disposizione delle autorità. Un mese fa i malati erano circa 3mila. In rianimazione sono ora 39 persone. I decessi sono nel frattempo saliti a 350. Da stamane le autorità hanno provveduto a chiudere in alcune città (inclusa Gerusalemme) altri quartieri indicati come focolai di contagio. Nei giorni scorsi il ministro della Sanità, Yoel Edelstein, ha avvertito che se si arrivasse alla cifra di 2mila contagi al giorno sarebbe opportuno imporre un nuovo lockdown nazionale. Giovedì il premier Benyamin Netanyahu ha peraltro ribadito che farà tutto il possibile per sventare quel provvedimento, a causa del suo prezzo elevato per l’economia.

  • Industria, produzione maggio +42,1%, su anno -20,3%

    La produzione industriale a maggio schizza in alto, segnando un aumento del 42,1% rispetto ad aprile. Lo rileva l'Istat, parlando di una «significativa ripresa delle attività» dopo il lockdown. Il confronto congiunturale, infatti, è con un mese, l'Istituto di statistica lo ricorda, «caratterizzato dalle chiusure in molti settori produttivi in seguito ai provvedimenti connessi all'emergenza sanitaria». Su base annua il dato mostra ancora un calo ampio: corretto per gli effetti di calendario, a maggio l'indice complessivo diminuisce in termini tendenziali del 20,3%.

  • Focolaio alla Tnt di Bologna

    Dopo il focolaio al polo logistico della Bartolini, a Bologna il settore continua a essere sorvegliato speciale: un nuovo focolaio, con 18 positivi, è stato scoperto alla Tnt. Ne dà notizia l’edizione locale di Repubblica. Il focolaio è stato scoperto grazie al tracciamento dei contatti dopo che due lavoratori erano risultati positivi. «All’esito dei tamponi effettuati dall’Asl tra alcuni dei lavoratori - ha detto l’azienda interpellata dal giornale - ci sono stati riferiti, al momento, 18 casi di positività al contagio, tutti riguardanti soggetti asintomatici. I test sugli altri lavoratori del sito sono ancora in corso». Secondo il sindacato Si-Cobas, che chiede la chiusura del magazzino, sono, in realtà di più. Dopo la scoperta di due positività, l’Ausl di Bologna ha fatto una campagna di tamponi a tappeto che ha riguardato 220 lavoratori.

  • Nuovo record di casi a Tokyo

    Record dei casi di coronavirus a Tokyo per il secondo giorno consecutivo, a quota 243. Il quadro preoccupa le autorità malgrado gli avvertimenti a ridurre le uscite nell’area dove sono stati localizzati i principali focolai. Il totale delle infezioni nella capitale ha raggiunto quota 7.515 secondo i dati del canale pubblico Nhk, equivalente a circa un terzo di tutti i casi nazionali. Dal giorno della revoca dello stato di emergenza, a fine maggio, dopo una iniziale discesa dei casi, i contagi sono iniziati a salire lo scorso mese, in particolare tra i giovani, nel distretto a luci rosse a nord ovest della capitale. Tuttavia, nonostante i recenti aumenti il governo non prevede di dichiarare una nuova emergenza, affermando che il sistema sanitario non è sotto particolare pressione per via del coronavirus. In un incontro con la stampa il capo di Gabinetto Yoshihide Suga ha riferito che la percentuale di letti occupati e il numero dei pazienti che hanno sviluppato sintomi gravi della malattia rimangono bassi a Tokyo.

  • Francia, a maggio rimbalza la produzione industriale

    La produzione industriale francese ha rimbalzato con decisione a maggio come conseguenza dell’allentamento del lockdown introdotto a seguito dell’epidemia di Covid-19 e alla riapertura delle fabbriche. Secondo i dati resi noti dall’Insee, la produzione industriale totale, che comprende la produzione nei settori manifatturiero, energetico e delle costruzioni, è aumentata del 19,6% a maggio da aprile. Ad aprile, invece, la produzione industriale è diminuita del 20,6% al ribasso rispetto a marzo. Rispetto a febbraio, l’ultimo mese prima che il coronavirus colpisse l’Europa, la produzione industriale totale è scesa del 21,2% in termini corretti per il calendario.

  • Singapore va a votare mentre il virus non dà tregua

    Singapore, città stato colpita sia economicamente che come casi dal coronavirus va oggi 10 luglio alle urne, un voto sotto strette misure anti-Covid. Misurazione della temperatura, mascherine, guanti, distanziamento sociale. Singapore conta più di 45mila contagi totali soprattutto tra i lavoratori immigrati, è anche un odegli stati più duramente colpiti dalla pandemia in Asia.

  • Usa, muore ragazzina di 11 anni in Florida

    Una ragazzina di 11 anni è morta in Florida a causa del coronavirus: secondo quanto riporta la Cnn, che cita il dipartimento della Sanità dello Stato, si tratta del quarto minorenne che perde la vita in Florida in seguito al virus. La bambina, di cui non è stata rivelata l'identità, viveva nella contea di Broward. La settimana scorsa era morto un bambino di 11 anni nella contea di Miami-Dade county e prima di lui erano deceduti una ragazzina di 16 anni nella contea di Lee e un 17enne nella contea di Pasco.

  • Australia, ancora record di casi nello stato di Victoria

    Non accennano a rallentare i contagi da coronavirus nello Stato australiano di Victoria, dove nelle ultime 24 ore è stato registrato un altro record con 288 nuovi casi, il livello giornaliero più alto per uno Stato del Paese dall'inizio della pandemia. L'epicentro della nuova ondata di infezioni resta la capitale dello Stato, Melbourne, dove la situazione è notevolmente peggiorata nelle ultime tre settimane a causa della diffusione locale del virus. Il premier dello Stato, Daniel Andrews - riporta la Bbc - ha reso noto che ieri sono stati effettuali oltre 37.000 tamponi. Come è noto, Melbourne è di nuovo in lockdown e vi resterà per le prossime sei settimane. Secondo la Johns Hopkins University in tutta l'Australia si registrano ad oggi 9.377 casi, inclusi 106 morti.

  • Russia, “volontari immuni dopo trial vaccino”

    I trial clinici sul vaccino anti Covid-19 effettuati in Russia su un gruppo di volontari hanno rivelato immunità al coronavirus: lo ha annunciato il ministero della Difesa russo, secondo quanto riportato dalla Tass. “I dati ottenuti dal Gamalei National Research Center for Epidemiology and Microbiology - ha annunciato il ministero - dimostrano che i volontari del primo e del secondo gruppo stanno formando una risposta immunitaria dopo l'inoculazione del vaccino contro il coronavirus”. Il ministero ha anche riferito che i medici dell'ospedale militare di Burdenko effettuano regolarmente esami per monitorare le condizioni di salute dei volontari e non risulta che abbiano manifestato alcun effetto collaterale. Lo stesso ministero aveva annunciato all'inizio di giugno l'avvio di trial clinici su due gruppi di volontari: il primo gruppo era composta da 50 militari, tra cui cinque donne e dieci medici. Il secondo gruppo era composto da civili.
    L’unico problema è che la Russia, una volta potenza mondiale in fatto di ricerca scientifica sui vaccini, oggi non offre tutte le garanzie e rispetta tutti gli standard richiesti e accettati a livello internazionale.

  • Hong Kong chiude tutte le scuole

    Hong Kong chiude tutte le scuole dopo che i contagi sono tornati a salire, scrive il South China Morning Post. una misura molto significativa nella città-stato che sembrava aver sconfitto il virus solo pochi mesi fa. La provincia autonoma che sembrava aver sconfitto i focolai deve quindi tornare indietro e reimporre delle restrizioni anche a bar e ristoranti. La pausa estiva dalle scuole invece doveva scattare a fine luglio ma sarà anticipata di 20 giorni con molti genitori che già avevano deicso di non mandare più i figli con l’aumento dei contagi registrato nell’ultimo periodo.

  • Libia, 74 casi in 24 ore

    La Libia registra nelle ultime 24 ore altri 74 nuovi contagi da coronavirus, che portano a 1.342 il totale dei casi confermati nel Paese. Lo ha reso noto il Centro nazionale libico per il controllo delle malattie sulla propria pagina Facebook, precisando che i morti salgono a 38, i guariti a 307 e le persone attualmente positive da 906 a 997. La maggior parte dei casi si registaa al Sud, con molti contagiati anche tra il personale sanitario. L'ospedale di Ubari, nella Libia meridionale, ha sospeso le sue attività per 48 ore dopo che un membro dello staff è risultato positivo al coronavirus. I dati sugli infettati da coronavirus, secondo alcune agenzie Onu, potrebbero tuttavia essere più alti, considerata la scarsa capacità del Paese di condurre test su larga scala per via della difficile situazione politica e del conflitto in corso. (ANSAmed).

  • Negli Stati Uniti 838 morti nelle ultime 24 ore

    Negli Stati Uniti ci sono stati 838 morti da Covid nelle ultime 24 ore. Il totale dei decessi nel paese che conta oltre 3 milioni di casi è adesso di 133.134.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti