M&A

Negri Bossi diventa giapponese, shopping di Nissei Plastic

Cambio di proprietà il gruppo Negri Bossi, ex quotata di Piazza Affari attiva nel settore della plastica.

di Carlo Festa


default onloading pic

1' di lettura

Cambio di proprietà il gruppo Negri Bossi, ex quotata di Piazza Affari attiva nel settore della plastica. A comprare l'azienda è la quotata giapponese Nissei Plastic Industrial.

Negri Bossi attualmente genera circa 100 milioni di fatturato e circa una decina di milioni di margine operativo lordo. La società ha una lunga storia. È infatti stata fondata alla fine degli anni 40 dalle famiglie Bossi e Negri: la fondazione è avvenuta nel 1947 per opera di tre pionieri del settore delle materie plastiche: Pietro Negri e Walter Bossi, con la partecipazione di Marco Giani. In qualche decina di anni la società è diventata una multinazionale.

Negri Bossi torna sotto controllo italiano nel 1999, quando un consorzio di acquirenti finanziari guidato dalla Private Equity Partners acquista la capogruppo con le tre filiali in Inghilterra, Francia e Spagna. Nel 2001 la società viene quotata nel segmento Star di Borsa Italiana e scalata dal gruppo Sacmi, che nel 2009 rileva il pieno controllo della società e provvede al delisting. Nel 2014 il costruttore milanese viene acquisito da Kingsbury (Gruppo Optimation).

Oggi l’ultimo cambio di proprietà. Advisor dell’operazione sono stati gli studi legali Allen & Overy e Nctm e i consulenti di K Finance.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...