L’OSSERVATORIO

Nel 2017 cresce del 7,1% il valore della produzione delle Srl. Bene anche ricavi, valore aggiunto e addetti

di Federica Micardi

2' di lettura

Crescono ricavi, addetti, valore della produzione e valore aggiunto delle Srl. Lo rileva l'osservatorio curato dalla Fondazione nazionale commercialisti e dal Consiglio nazionale, che analizza il trend delle società a responsabilità limitata nel triennio 2015-2017.
In particolare per le oltre 620mila aziende del campione il valore della produzione, rispetto al 2016, segna un + 7,1%, seguono i ricavi con + 6,9, il valore aggiunto con + 6,5% e il numero di addetti + 4,3%.
Nel 70,3% dei casi il bilancio si è chiuso in positivo; una percentuale migliore rispetto al 69,1% del 2016 ma in contrazione rispetto al dato registrato ad ottobre 2018, pari al 72,8%.

L'indice di redditività del capitale proprio (Roe) sale al 10,1% (era dell'8,6% nel 2016); più alto l'indice del capitale investito (Roi) che arriva al 12% (era 9,1% nel 2016).

Loading...

L'osservatorio sui bilanci delle Srl. Trend 2015-2017

Visualizza

L'andamento positivo riguarda le grandi imprese, quelle cioè con un fatturato oltre il 10 milioni di euro, che registrano un + 9,9%, le medie imprese (+5,9%) con un fatturato superiore ai 2 milioni ed entro i 10 milioni, e le piccole imprese (fatturato superiore a 350mila euro ed entro i 2mila euro) che crescono un po' meno (+3,1%); in controtendenza le micro imprese, le uniche a registrare una contrazione (- 0,9%). L'andamento riportato è quello del valore aggiunto, ma anche fatturato, valore della produzione e numero di addetto hanno risultati simili.

Sul fronte della numerosità abbiamo al primo posto le micro, che rappresentano il 61,8% del totale e che hanno una media di 1,3 addetti, seguono le piccole 27,1% e 7 addetti, le medie 9,3% e 20,1 addetti, le gradi 1,8% e una media di 89,7 addetti.

L'accelerazione del trend di crescita del fatturato coinvolge tutti i settori economici esaminati ed è particolarmente sostenuta per i servizi professionali, finanziari e assicurativi (che balzano da +2,8% per il 2016 a +6,7% per il 2017), mostrando una tendenza decisamente migliore di quella emersa ad ottobre 2018 (+5,1%) ma anche per il settore dei trasporti (da +3,4% del 2016 a +8,3% del 2017), che resta il settore più performante tra 2016 e 2017 (+4,9 punti percentuali di crescita) e del commercio (da +3,9% per il 2016 a +8,1% per il 2017).

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti