LA STORIA

Nel caseificio sardo dove i formaggi nascono con i robot

di Davide Madeddu

default onloading pic


3' di lettura

Tradizione e innovazione, e Europa. Perché la sfida agroalimentare del vecchio caseificio fondato 64 anni fa a Dolianova, nelle campagne del Campidano, in provincia di Cagliari, dai fratelli Ennio ed Eligio Argiolas viaggia a cavallo tra ricette tradizionali, sperimentazione e tecnologia. E sfrutta quella dote finanziaria messa a disposizione, progetto dopo progetto, dalle istituzioni europee. Uno sguardo al futuro ma con un piede ancora nel solido passato. Il resto è un lavoro costante per «cercare di stare al passo coi tempi». Dalla ricerca di nuovi mercati alla sperimentazione di prodotti di nicchia, con la tecnologia che rende moderna un’azienda agroalimentare.

«Abbiamo sempre cercato di stare al passo con i tempi – racconta Vittorio Tomasiello, responsabile amministrazione, sistemi informatici e progetti europei – dai primi del 2000, quando abbiamo iniziato a lavorare con i bandi europei abbiamo completato progetti e finanziamenti per una decina di milioni di euro». Un’opportunità che l’azienda (40 dipendenti diretti e 20 stagionali) ha sfruttato subito. «Dobbiamo ricordare, infatti, che ai primi del 2000 i finanziamenti, canalizzati attraverso il Por Sardegna, erano a fondo perduto per il 50% perché la nostra regione era ancora fuori dall’Obiettivo 1». Primo passo importante la costruzione di un capannone per la «realizzazione di un nuovo processo produttivo all’interno dell’azienda con conseguente miglioramento del confezionamento dei prodotti e poi il marketing per il riconoscimento del brand». In mezzo poi c’è anche il programma che ha portato la tecnologia e la robotica all’interno del processo di lavorazione, il programma di innovazione avviato da quasi 18 anni.

«Utilizziamo la misura 4.2 del programma di sviluppo rurale 2014-2020, annualità 2016 – spiega Tomasiello -. Strumento che abbiamo impiegato anche per avviare quel processo di robotizzazione che riguarda la parte finale del processo di confezionamento del prodotto». Senza dimenticare l’ultima iniziativa: l’acquisto di un palletizzatore, ovvero un braccio meccanico che forma i pallet prendendo i cartoni e impilandoli. Eppoi l’energia: «Abbiamo realizzato un impianto fotovoltaico per autoproduzione - prosegue Tomasiello - con 176 kw che usiamo completamente a copertura del fabbisogno aziendale coprendo il 10 per cento del totale». Un intervento «da 600mila euro con sostegno del Psr finanziato per il 20%». Passato e presente ma, soprattutto, prodotti di nicchia per l’azienda che ha un fatturato di 17 milioni di euro, una produzione annua di 2 milioni di chili di formaggi e una lavorazione di 12 milioni di litri di latte (10 milioni di pecora, 1,5 di capra e poco meno di 400mila litri di latte vaccino).

«Nel mercato regionale sviluppiamo il 6% del fatturato – argomenta ancora – il 18% va al mercato extra-italiano (Giappone, Nord America, Israele e Russia) mentre il resto nel nord e centro Italia, abbiamo anche un centro di distribuzione a Monteveglio in provincia di Bologna». La svolta tecnologica, con i nuovi sistemi si possono produrre 3.500 forme al giorno, riguarda anche la gestione dell’intera azienda: «Siamo dotati di un sistema di Business intelligence che prende i dati dal gestionale li analizza li salva in cloud assicurando un controllo quotidiano dell’azienda – continua – garantendo anche un raffronto con il passato». Per la terza generazione aziendale diventa poi cruciale e “fondamentale” anche il marketing. Non a caso l’azienda, che nel corso degli anni ha cercato di diversificare la sua produzione introducendo una serie di prodotti di nicchia, ha deciso di puntare proprio su comunicazione e marketing. «Direi che per questo settore è fondamentale – dice Alessandra Argiolas, responsabile marketing e presidente giovani Confindustria -. È importante trovare mezzi di comunicazione alternativi andando oltre il prezzo. Naturalmente resta fermo il concetto che senza tradizione non ci può essere innovazione».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti