i segreti del territorio

Nel cuore delle Dolomiti bellunesi


default onloading pic

1' di lettura

Il Lago di Santa Caterina e Auronzo di Cadore fanno parte di una delle aree più rinomate delle Dolomiti Bellunesi. Situati nella parte più settentrionale del Veneto, vicino a Cortina, al Comelico e all’Alta Pusteria, si stendono a circa 900 metri sul livello del mare e sono circondati dai boschi e da alcuni tra i gruppi dolomitici più belli, con le Tre Cime di Lavaredo sullo sfondo. L’area è attraversata dal torrente Ansiei che “attraversato” il Lago di Santa Caterina continua il suo percorso fino alla località di Treponti presso Cima Gogna, dove si immette nel fiume Piave.
Auronzo e la vicina Misurina (soprannominata la Perla delle Dolomiti) si trovano peraltro nel sistema delle Dolomiti Settentrionali, che con i suoi 78.767 ettari di estensione rappresentano l’area più estesa tra le nove che costituiscono le Dolomiti Patrimonio dell’Umanità. Inoltre, fanno parte del sistema, condiviso dalle province di Belluno e Bolzano, e delimitato dalle valli Pusteria, di Sesto, Badia, di San Cassiano, del Boite e del Piave, che comprende alcuni dei gruppi più celebri delle Alpi: dalle Tre Cime di Lavaredo ai Cadini di Misurina, dal Sorapìss al Monte Cristallo, dalle Marmarole all’Antelao, dalla Croda dei Toni al Popera.
Le Dolomiti – va ricordato - sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità il 26 giugno 2009 dal World Heritage Commitee dell’Unesco per la “serie di paesaggi montani straordinariamente distintivi e di eccezionale bellezza naturale”, “la varietà di forme scultoree” delle “loro cime verticali e pallide”. Uno straordinario spaccato di tutto ciò si può apprezzare da Auronzo e dal Lago di Santa Caterina.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...