Cabina di regia

Nel decreto fiscale altre 13 settimane di cassa Covid. Ecobonus auto verso il rifinanziamento

Sarà potenziata la sospensione delle attività dove non sono rispettate le norme sulla sicurezza sul lavoro: la soglia del 20% di lavoro nero viene abbassata al 10%

I segretario della Cisl Luigi Sbarra, della Cggil Maurizio Landini e della Uil, Pierpaolo Bombardieri, al termine dell’incontro con Draghi a Palazzo Chigi

2' di lettura

Nel decreto che venerdì andrà in Cdm ci sarà il rifinanziamento di altre 13 settimane di cig Covid, così come anticipato dal Sole 24 Ore. Lo ha detto il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, al termine dell’incontro a Palazzo Chigi. «Nel decreto fiscale ci sarà la proroga della cig per alcuni comparti: terziario, servizi, commercio, tessile e sistema della moda per scongiurare altri licenziamenti e si rifinanziano le indennità di malattia per le persone in quarantena. Quindi il primo giudizio è positivo» relativamente alle misure annunciate dal Governo. Lo ha detto il segretario generale della Cisl Luigi Sbarra al termine dell’incontro con il presidente del Consiglio Mario Draghi sulla sicurezza sul lavoro.

Fonti Lega, ok a rifinanziamento ecobonus auto

Arriva con il decreto fiscale il rifinanziamento dell’ecobonus per le auto. Lo si apprende da fonti di governo della Lega, secondo le quali la proposta del ministro Giancarlo Giorgetti sarebbe stata accolta a sostegno dell’automotive.

Loading...

Landini: in dl sospensione imprese con 10% lavoro nero

Il segretario della Cgil ha annunciato poi che «sarà potenziata e affrontata la sospensione delle attività dove non sono rispettate le norme sulla sicurezza sul lavoro, è molto importante: oggi c’era una soglia del 20% di lavoro nero, viene abbassata al 10% di lavoro nero e sono individuate le casistiche che permettono da subito di poter sospendere le attività». Così il leader della Cgil Maurizio Landini al termine dell’incontro a Palazzo Chigi sulle norme per la sicurezza sul lavoro.

Bombardieri: subito sospesa attività che viola sicurezza

«Abbiamo finalmente notizie positive: sarà possibile da dopodomani sospendere subito l’attività delle aziende non regolari, che dovranno mettersi a norma e pagare la retribuzione ai lavoratori. Ci sono anche le assunzioni e il coordinamento all’Ispettorato. Tre punti importanti per dare una prima risposta alla questione dei morti sul lavoro» ha rimarcato il segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri

Sbarra: Governo valuterà riduzione costo tamponi

Sul green pass abbiamo chiesto al governo di valutare l’opportunità di ridurre ulteriormente i costi dei tamponi e di sostenere impresa e lavoro sul tema della salute e sicurezza. «Il presidente del Consiglio ci ha assicurato che nelle prossime ore il governo deciderà anche eventuali inziative in questo senso». Così il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, al termine dell’incontro a Palazzo Chigi. «Personalmente - ha aggiunto il segretario della Cgil Landini - penso che sarebbe un fatto molto importante che le imprese tutte, non solo qualcuna come sta succedendo, assumessero l’onere del pagamento del tampone per tutti i lavoratori».

Cinque mesi per cartelle

La risoluzione del Parlamento relativa alle cartelle sarà accolta nel decreto su fisco e lavoro all’esame del Consiglio dei ministri di domani 15 ottobre, con la previsione di 18 rate e 150 giorni per pagare.

Proroga per rottamazione e saldo e stralcio a fine novembre. Sono queste alcune delle misure all’esame del Governo, secondo quanto riferiscono a Radiocor fonti governative, nel provvedimento di domani, che precede la Manovra.



Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti