INDUSTRIA

Nel nome di La Cavera premiata la Sicilia delle eccellenze

di Nino Amadore

default onloading pic


3' di lettura

Sullo sfondo passano le immagini di una Sicilia antica, o quasi, e quelle di una vita. È la vita di Mimì La Cavera, imprenditore, instancabile animatore dell’economia siciliana, visionario quanto basta per immaginare una terra florida grazie alle imprese, grazie all’industria. In primo piano, invece, l’attore Salvo Piparo, straordinario attore e cantastorie palermitano della gloriosa scuola dei cuntisti, che interpreta lo stesso Mimì, l’eretico o il profeta disarmato, o ancora un kamikaze senza bombe, secondo le varie definizioni che ne sono state date nel tempo. Non è un’epopea di immagini e parole, ma il racconto in prima persona dello sforzo di costruire una Sicilia moderna, libera, laica, proiettata verso il futuro grazie alla Sofis (la Società finanziaria siciliana) oppure grazie alla Sirap che potesse gestire aree artigianali complete di servizi e, perché no, addirittura di centri di ricerca. Stiamo parlando di un uomo che è morto nel 2011 cui Piparo restituisce voce, riproponendo in controluce una Sicilia che non ha saputo (o meglio voluto) cogliere tante opportunità. Un pezzo teatrale che ha aperto la seconda edizione del Premio che Sicindustria ha voluto dedicare al suo fondatore, su un’idea di Antonello Montante che di Mimì è stato amico e possiamo anche dire allievo. In prima fila il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, oltre ovviamente all’attuale presidente di Sicindustria Giuseppe Catanzaro in una sala stracolma di imprenditori e rappresentanti delle istituzioni.

Un premio, di cui è main sponsor Eni, che assegna un riconoscimento alle eccellenze siciliane, ad aziende che hanno saputo farsi spazio nel mercato: a tutte quelle imprese le cui attività si sono particolarmente distinte per originalità, innovazione, competitività nel mercato con ricadute positive nel territorio in cui operano. Tre le sezioni: competitività, marchio storico, start up. E un paio di menzioni speciali per aziende coraggiose e innovative.

Premio Mimì La Cavera, la premiazione

Premio Mimì La Cavera, la premiazione

Photogallery10 foto

Visualizza

Quest’anno il premio competitività (consegnato da Antonello Montante, past president di Sicindustria e oggi alla guida di RetImpresa di Confindustria) è andato alla Sicily Food di Aragona in provincia di Agrigento: azienda che produce gelati e lavora pesce affumicato di grande qualità, che oggi fattura 24 milioni e ha 70 dipendenti . Il premio marchio storico (consegnato dalla figlia di Mimì, Serenella La Cavera) è andato alla Ipas (Industria di panificazione e affini Spinnato) di Palermo: un’impresa fondata nel 1860 e vera eccellenza nei settori della gastronomia e del caffé. Il premio start up (consegnato dal rettore dell’Università di Palermo Fabrizio Micari) alla Coesin di Castellammare del Golfo (Trapani) «per aver brevettato un sistema innovativo di attivazione e controllo integrato e intelligente per l’automazione. Ma soprattutto per il coraggio dimostrato da cinque ex dipendenti di un’azienda in crisi che hanno deciso di reinventarsi e rendersi artefici del proprio destino» si legge nelle motivazioni.

Menzione speciale (riconoscimento consegnato da Giorgio Cappello, presidente della Piccola industria di Sicindustria) alla Avimecc di Modica (Ragusa), azienda leader in Sicilia nella produzione e trasformazione di carni avicole di qualità, che ad agosto dell’anno scorso è stata completamente distrutta dalle fiamme «per il coraggio, la determinazione e il senso di responsabilità con cui il management della società ha saputo affrontare lo stato di emergenza».

Infine, ma non per ordine di importanza, la menzione per Omer, Officine meccaniche Russello, che ha uno stabilimento nella zona industriale di Carini (ha consegnato il riconoscimento il presidente della Camera di commercio di Palermo Alessandro Albanese): punto di riferimento per il settore degli arredi interni e della componentistica per mezzi di trasporto ferroviario, 150 dipendenti, «la Omer rappresenta un fiore all’occhiello dell’imprenditoria siciliana» si legge nelle motivazioni.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti