i match tra Benetton Treviso e Zebre

Nel rugby è tempo di derby d’Italia

di Giacomo Bagnasco

(12386)

4' di lettura

Nell’ultima partita giocata dalla Nazionale, tra titolari e rincalzi 20 su 23 erano giocatori del Benetton Treviso o delle Zebre. Basta questo dato a far capire l'importanza delle due squadre nel rugby italiano di vertice. Formazioni che da anni non partecipano più al campionato italiano bensì al Pro12, ora diventato Pro14 dopo che alle selezioni del nostro Paese, irlandesi, scozzesi e gallesi si sono aggiunte due sudafricane. Mentre queste ultime si concedono un break estivo, in Europa il tempo di festività natalizie è anche tempo di derby: confronti tra club della stessa nazione con un clima di festa e tanti tifosi sulle tribune. E sarà così anche quest'anno. Per le nostre due confronti a distanza di sei giorni (domenica a Parma e il sabato successivo a Treviso) per chiudere il 2018 in maniera spumeggiante.

La cosa strana è che, dopo l'innalzamento a 14 squadre introdotto nella scorsa stagione, si è passati dal girone unico a 12 squadre a due raggruppamenti di sette team ciascuno e le due italiane non sono nella stessa “poule”. Ma la complicata formula del torneo prevede pure confronti tra squadre dei due gironi e, per aumentare l’interesse, favorisce lo svolgimento dei derby. Anche quest'anno - replicando quanto avvenuto nel 2017/2018 - sull'asse Parma-Treviso le occasioni d’incontro saranno addirittura tre. Ultimo appuntamento ad aprile, per il turno finale della stagione regolare.

Loading...

Il campionato sponsorizzato Guinness - con la marca di birra irlandese che dal 2019 darà il proprio nome anche al Sei Nazioni, sborsando complessivamente 50 milioni di sterline fino al 2024 - prevede che le prime tre di ogni girone si giochino i play-off per il titolo. Classifiche alla mano, il Benetton è ancora pienamente in corsa e proprio dai due match con le Zebre potrebbe ricavare punti importanti. La tradizione sta dalla parte dei veneti che dal 2010 - prima con gli Aironi di Viadana, protagonisti per due stagioni, e poi appunto con le Zebre - hanno disputato in tutto 17 di queste partite, vincendone 12 e perdendone cinque.

Ma il XV con base a Parma, che in campionato non ha saputo dare continuità ai propri risultati dopo un buon inizio, può costituire uno scoglio duro. A patto che sappia combattere in mischia, il punto più solido degli avversari, e poi applicare al meglio il proprio gioco “aperto”. Oltretutto la franchigia emiliana viene da tre vittorie consecutive in Challenge Cup (una specie di Europa League dell'ovale) e, così come il Benetton, a due giornate dalla fine della fase ai gironi della Coppa ha ancora i requisiti per passare il turno e giocare i quarti di finale.

Non sarà facile per le due italiane - il Benetton è atteso da una gara casalinga con l'Agen e una esterna a Grenoble, mentre le Zebre dovranno provare a trarre il meglio da una doppia sfida con il La Rochelle - ma già il fatto di essere lì a provarci è importante. E se poi almeno una delle due passasse saremmo alla prima volta, un avvenimento storico.

Dal 2018/2019, sul versante televisivo sia le due Coppe continentali (la Challenge e la più prestigiosa Champions, sponsorizzata Heineken) sia il Pro14 sono appannaggio di Dazn, che ha trasmesso anche il test match di novembre Irlanda-Italia a Chicago. Una new entry di peso nel puzzle del rugby in tv.
L'ultimo punto da considerare è che a inizio febbraio parte il Sei Nazioni e i due derby daranno indicazioni utilissime al ct Conor O' Shea e ai suoi collaboratori in vista delle scelte da fare. Si può dire che quasi in ogni ruolo ci sarà un confronto da mettere a fuoco. Ma intanto, mannaggia, un infortunio toglierà di mezzo per i prossimi mesi uno dei giovani azzurri più forti: il terza linea Jake Polledri, del Gloucester. Già dobbiamo fare a meno di una potenziale star come l'estremo Matteo Minozzi e questo nuovo forfait aumenta il carico di preoccupazioni.

Undicesimo turno
Oggi: Ulster (Irl)- Munster (Irl)
Domani: Ospreys-Scarlets; Cardiff Blues (Gal)-Dragons (Gal); Edinburgh (Sco)-Glasgow Warriors (Sco); Leinster (Irl)-Connacht (Irl)
Domenica: ZEBRE-BENETTON (ore 15, diretta tv su Dazn)
Dodicesimo turno
28 dicembre: Connacht-Ulster
29 dicembre: BENETTON-ZEBRE (ore 15, diretta tv su Dazn); Glasgow Warriors-Edinburgh; Munster-Leinster; Scarlets-Cardiff Blues
30 dicembre: Dragons-Ospreys

LE CLASSIFICHE*
Girone A**: Glasgow Warriors 41 punti; Munster 34; Connacht 30; Ospreys 28; Cardiff Blues 23; Cheetahs (Sudafrica) 17; ZEBRE 15
Girone B**: Leinster 44 punti; Scarlets e Ulster 29; BENETTON 23; Edinburgh 22; Dragons 13; Southern Kings (Sudafrica) 12
*Quattro punti per la vittoria, due per il pareggio, un punto di bonus alla squadra che segna almeno quattro mete e a quella che perde con uno scarto non superiore a sette punti
** Il calendario della prima fase prevede gare di andata e ritorno fra squadre dello stesso girone più altri sette incontri “incrociati”

I DERBY ITALIANI
Celtic League 2010/2011: Benetton-Aironi 15-10; Aironi-Benetton 15-16
Pro12 2011/2012: Aironi-Benetton 27-13; Benetton-Aironi 37-14
Pro12 2012/2013: Zebre-Benetton 3-10; Benetton-Zebre 26-18
Pro12 2013/2014: Benetton-Zebre 20-15; Zebre-Benetton 14-12
Pro12 2014/2015: Zebre-Benetton 16-26; Benetton-Zebre 17-15
Pro12 2015/2016: Zebre-Benetton 28-25; Benetton-Zebre 8-18
Pro12 2016/2017: Benetton Zebre 23-12; Zebre-Benetton 3-19
Pro14 2017/2018: Benetton-Zebre 27-14; Zebre-Benetton 16-20; Benetton-Zebre 17-22

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti