ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùNorme e finanziamenti

Nella legge di bilancio 2,4 miliardi per sostenere l’agricoltura

Stanziati interventi per le filiere e per incentivare gli agricoltori under 40. Contro i danni del maltempo 690 milioni (fino al 2027) e altri 237 per esenzioni Irpef da redditi agrari

di Giorgio dell'Orefice e Alessio Romeo

Le sfide della nuova agricoltura tra Green Deal, agroenergie e attività connesse

3' di lettura

Oltre 2,4 miliardi di euro destinati a sostenere e rilanciare il settore agricolo, valorizzare la competitività delle filiere e favorire gli agricoltori under 40, a cui si aggiunge il rinnovo del cosiddetto bonus verde prossimi tre anni. Sono i numeri relativi all’agricoltura contenuti nel disegno di Legge di Bilancio 2022 all’esame del Senato.

Cifre, rivendica il ministro delle Politiche agricole Stefano Patuanelli «ampiamente superiori rispetto al passato» per un settore alle prese con una crisi senza precedenti dal lato dei costi e che deve fare i conti, sul versante comunitario, con il sostanziale taglio in termini reali delle risorse garantite fino a oggi dalla Politica agricola comune.

Loading...

Fondo anti-catastrofi climatiche

Nel dettaglio, gli stanziamenti previsti ammontano a oltre 690 milioni di euro fino al 2027 per l’istituzione di un Fondo mutualistico nazionale a copertura dei rischi catastrofali, una significativa innovazione tra gli strumenti di gestione del rischio in agricoltura; altri 237 milioni di euro a valere sul 2023 per l’esenzione Irpef dei redditi dominicali e agrari relativi ai coltivatori diretti e agli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola; 250 milioni di euro per le assicurazioni agevolate e 8,3 milioni per la proroga della decontribuzione degli imprenditori agricoli e gli agricoltori diretti under 40 (54,30 i milioni di euro previsti per il triennio).

Politiche di filiera

Allo sviluppo delle politiche di filiera il disegno di Legge dedica risorse significative che dovrebbero consentire l’ulteriore rafforzamento di uno strumento utilizzato con successo fino a oggi in alcuni comparti per garantire da un lato certezze ai produttori nella programmazione degli investimenti, ma anche approvvigionamenti certi e di qualità all’industria di trasformazione.

In particolare vengono stanziati 160 milioni di euro fino al 2023 per il Fondo per lo sviluppo e il sostegno delle filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura; 10 milioni di euro per la dotazione del Fondo per la competitività delle filiere agricole; 10 milioni di euro per il rafforzamento della filiera grano-pasta; 120 milioni di euro per il sostegno ai Distretti del cibo.

Meno Iva per gli allevamenti

Per il settore zootecnico che più di altri sta pagando il costo dei rincari delle materie prime mangimistiche (basti pensare alla crescita delle quotazioni della soia ai massimi storici, che sfiora il 50% su base annua, e del mais giunto nelle borse merci nazionali al livello più alto degli ultimi trent'anni e con un grado di autoapprovvigionamento in pericolosa diminuzione negli ultimi anni) sono previsti 74,5 milioni di euro per il sostegno agli allevamenti attraverso la conferma anche nel 2022 delle percentuali di compensazioni Iva applicabili alle cessioni di bovini e suini vivi.

Aiuti alla pesca

Un pacchetto significativo di risorse viene stanziato a favore della pesca italiana. Ci sono 16 milioni di euro nel biennio per il piano triennale della pesca (8 milioni) e per il fondo di solidarietà nazionale della pesca (8 milioni).A decorrere dal 2022, sono destinati 4 milioni di euro annui per le Capitanerie di Porto per l’esercizio delle attività svolte nell’ambito della dipendenza funzionale dal ministero delle Politiche agricole.

Viene inoltre rinnovata l’indennità per il fermo pesca (la sospensione temporanea delle attività per rispettare i limiti alle catture imposti dall'Unione europea) ed estesa la Cassa integrazione salariale degli operati agricoli (Cisoa) ai pescatori. Un sostegno quest’ultimo richiesto da anni dagli operatori del settore. Per questa misura sono previsti non solo 21,2 milioni il prossimo anno ma anche un sostanzioso budget pluriennale: 134,8 milioni fino al 2027.

Fondi per i finanziamenti Ismea

Altri 80,5 milioni di euro sono destinati alle attività di Ismea (l'Istituto di servizi per il mercato agricolo e alimentare) per la concessione di finanziamenti, operazioni di finanza strutturata e concessione di garanzie a fronte di prestiti a favore degli imprenditori agricoli e della pesca, e misure per l’imprenditoria femminile e giovanile, mentre sono previsti 30 milioni di euro per il finanziamento della strategia forestale nazionale (420 milioni fino al 2032).

Bonus verde prorogato

Viene poi prorogato, come anticipato, per i prossimi tre anni il cosiddetto bonus verde, che prevede la detrazione ai fini Irpef nella misura del 36% delle spese sostenute per la sistemazione a verde di aree scoperte private e condominiali di edifici esistenti, di unità immobiliari, pertinenze o recinzioni (giardini, terrazze), per la realizzazione di impianti di irrigazione, pozzi, coperture a verde e giardini pensili.

Credito di soccorso

Uno stanziamento da 50 milioni di euro è destinato alle Regioni per coprire gli anticipi a valere sul credito di soccorso. Oltre 120 milioni di euro (nel dettaglio 46,1 nel 2022 e 41,9 milioni rispettivamente per gli anni 2023 e 2024) saranno infine destinati al fondo ristorazione.

Associazioni soddisfatte, ma logica emergenziale

Soddisfazione è stata espressa dalle organizzazioni degli agricoltori per l’importante dotazione finanziaria destinata al settore. Resta però una manovra che risente molto della fase emergenziale. Forse non poteva essere altrimenti. Di fatto, dalle assicurazioni ai sostegni di filiera tanti aiuti in chiave anticrisi, pochi gli investimenti di prospettiva, quasi nulla alla ricerca.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti