intermediazione immobiliare

Nelle agenzie è cambiato il modo di lavorare

L’emergenza sanitaria marchierà con il segno negativo il 2020. Ma la chiusura forzata ha imposto agli agenti di imparare una nuova operatività. Che ora non andrà in soffitta

di Adriano Lovera

default onloading pic
(FOTOGRAMMA)

L’emergenza sanitaria marchierà con il segno negativo il 2020. Ma la chiusura forzata ha imposto agli agenti di imparare una nuova operatività. Che ora non andrà in soffitta


2' di lettura

Tanta tecnologia e nuovi modi relazionali. Così ripartono gli agenti immobiliari post-Covid. L’emergenza sanitaria marchierà con il segno negativo il 2020, che doveva rappresentare il punto di svolta positivo sia in termini di prezzi sia di scambi. Ma la chiusura forzata ha imposto agli agenti di imparare un nuovo modo di lavorare. «Inutile girarci attorno: ripartiamo da una situazione di contrazione della domanda e prezzi fermi, per fortuna accompagnati da un livello ancora molto favorevole dei tassi dei mutui» secondo Vincenzo Albanese, presidente di Fimaa di Milano-Monza e Brianza, intervenuto in un recente webinar dell’associazione.

Difficile produrre numeri
Le stime potrebbero oscillare tra 40mila e 100mila compravendite in meno a fine anno. «Quel che è importante è intuire i nuovi trend. Ci sarà un rallentamento dell’economia, accompagnata da una spinta ancora più decisa verso la digitalizzazione e l’e-commerce, insieme a una nuova attenzione verso negozi e servizi di prossimità – osserva ancora Albanese –. Dunque gli agenti devono investire nel cambiamento, per esempio su tecnologie che permettano di ottimizzare i tempi nelle attività più semplici e ripetitive. E lavorare per offrire servizi sofisticati e taylor made. È evidente, ormai, che bisogna porsi come veri consulenti, non come semplici venditori di case». Indicazioni che si riflettono sul business model dei principali gruppi. Uno di questi è Re/Max. Proprio nei giorni del lockdown, ha effettuato una ricerca fra gli oltre 4mila consulenti affiliati. Il 63% di questi prevede una riduzione della domanda e per l’87% del campione le nuove richieste riguarderanno appartamenti con spazi esterni (balconi, terrazze, giardini privati e condominiali).

Loading...

Un nuovo capitolo dell’intermediazione
«Ci troviamo di fronte a un nuovo capitolo dell’intermediazione immobiliare. Cambierà il rapporto tra agenti e consumatori, puntando su una consulenza sempre più mirata. Inoltre, il fai da te sarà penalizzato perché, per minimizzare e gestire al meglio i contatti tra persone, sarà sempre più necessario l’intervento professionale dell’agente. In prima battuta sarà lui a visitare le case con le dovute dotazioni, per poter poi presentare agli acquirenti solo una selezione mirata, laddove possibile sfruttando l’utilizzo di tecnologie come virtual tour, realtà aumentata, formulari editabili online e firma a distanza» secondo l’amministratore delegato, Dario Castiglia. Lavorando in remoto, in realtà le agenzie non si sono mai fermate. Durante la chiusura, oltre il 50% dei consulenti Re/Max ha lavorato per l’acquisizione di nuovi immobili, il 40,7% ha prodotto quotazioni per chi già aveva affidato l'incarico a vendere e il 39% ha portato avanti vere e proprie trattative.

Anche all’interno del franchising Toscano, il digitale ha permesso di ripartire rapidamente e già nella prima settimana di “fase 2” la rete ha raccolto 20 proposte di acquisto, acquisito 200 nuovi clienti per la vendita e sono stati effettuati ben 2.500 appuntamenti, tra video visite e un numero limitato di ispezioni fisiche. L’elaborazione di Toscano, inoltre, restituisce la “voglia di casa” che sembra subito ripartita fra gli italiani. Nel confronto tra la settimana di inizio lockdown (16-22 marzo) e i primi giorni della fase 2, le visite sul sito Internet del franchising sono aumentate del 201,2% e sono “esplosi” del 366% i “click” effettuati dai visitatori per richiedere un appuntamento con gli agenti.

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati