grandi patrimoni

Nelle mani di 22 milioni di paperoni il 50% della ricchezza finanziaria mondiale

di Lucilla Incorvati


Ventidue milioni di paperoni hanno il 50% della ricchezza finanziaria mondiale

1' di lettura

Ha raggiunto i 206 trilioni di dollari la ricchezza finanziaria privata nel mondo a fine 2018. Una somma enorme che, se cresce meno rispetto al passato, continua ad essere nelle mani di pochi. Nel 2018 questi ingenti capitali sono cresciuti solo dell'1,6%, rispetto al + 7,5% del 2017 e del 6,2%, tra il 2013 e il 2017. I milionari (chi ha ricchezze sopra il milione di dollari) sono circa 22 milioni di invididui. In un anno sono aumentati del 2,1% e detengono il 50% della ricchezza finanziaria mondiale.

GUARDA IL VIDEO - Ventidue milioni di paperoni hanno il 50% della ricchezza finanziaria mondiale

LE AREE CON PIÙ POTENZIALE

LE AREE CON PIÙ POTENZIALE

L'Italia è la nona nazione al mondo con 5 mila miliardi di dollari di ricchezza finanziaria personale (quasi il triplo del Pil attuale pari a circa 1.768,496 milioni di euro). Entro il 2023 le stime prevedono che la ricchezza finanziaria personale degli italiani possa toccare i 5,6mila miliardi di dollari mentre quella mondiale raggiungere i 272 trilioni di dollari grazie ad uno sprint del 5,7% . Per chi si occupa di wealth management le nuove opportunità di business non verranno però dai ricchi e super ricchi ma dai cosiddetti clienti affluent circa 7,6 milioni di invididui

I CLIENTI AFFLUENT

I CLIENTI AFFLUENT
DOVE INVESTONO GLI AFFLUENT

Le classi di attivo dove si investe. Trilioni di $ e percentuali

DOVE INVESTONO GLI AFFLUENT

Sono alcune delle evidenze contenute nell’ultimo report di Boston Consulting Group (Global Wealth 2019: Reigniting Radical Growth) che giunto alla 19esima edizione come sempre mappa tendenze e nuovi driver per l’industria del wealth management mondiale.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...