L’identikit

Nelle Province in carica 1.133 amministratori. Solo il 18% è under 40

La fotografia dell’Anagrafe del Viminale: il 44,8 ha la laurea almeno triennale

di Michela Finizio

(7146)

2' di lettura

In attesa di conoscere il destino delle Province italiane, è bene sapere che - post riforma del 2014 - questi enti hanno ancora un volto. A “metterci la faccia” sono ben 1.133 amministratori provinciali attualmente in carica, in base a quanto risulta all’Anagrafe degli incarichi locali e regionali istituita presso il Viminale, nei dati aggiornati al 9 settembre 2021. Solo il 17,8% di loro ha meno di 40 anni e il 44,6% è laureato (incluso chi possiede una laurea breve).

Il destino della platea degli “eletti” nelle Province italiane è strettamente correlato con la vita dei sindaci e dei consigli comunali. Nell’Anagrafe degli amministratori locali si contano in tutto 992 consiglieri provinciali che, in rapporto all’entità demografica del territorio, sono stati votati dai sindaci e dai consiglieri dei Comuni della provincia tra loro stessi (pertanto godono di elettorato attivo e passivo), tanto che la cessazione dalla carica comunale comporta però la decadenza da consigliere provinciale. Ci sono poi 78 presidenti della provincia (sempre eletti dai sindaci e consiglieri dei comuni della provincia tra di loro) e ancora 19 assessori che, essendo state abolite le giunte provinciali, sono imputabili alle Province autonome di Trento e Bolzano e ad alcuni mancati aggiornamenti della banca dati in seguito alle soppressioni avvenute nelle regioni a statuto speciale.

Loading...

Le restanti cariche amministrative censite dall’Anagrafe sono relative ai commissari straordinari delle Province siciliane e sarde e ad alcuni vicepresidenti.

Guardando le date, cioè l’entrata in carica degli attuali amministratori provinciali, emerge che la quasi totalità è entrata in carica tra il 2018 (408) e il 2019 (544). Del resto le ultime elezioni amministrative si sono tenute a maggio del 2019 in 3.844 Comuni chiamati alle urne. È in quell’occasione, ad esempio, che il consiglio della Provincia di Lucca ha dovuto riconfermare il suo presidente Luca Menesini, sindaco di Capannori, rieletto dai suoi cittadini.

Ma quelli scanditi dalle tornate elettorali sono alcuni dei tanti “avvicendamenti” che si registrano nei consigli provinciali, a quanto pare: anche in assenza di appuntamenti elettorali, si contano 46 consiglieri provinciali entrati in carica nel 2020 e 13 nel 2021. Il 15 luglio scorso, ad esempio, l’ultima a essere stata eletta (sempre in base all’Anagrafe aggioranta al 9 settembre) è stata Sandra Boriani alla Provincia di Parma: assessore ai servizi educativi e alla politiche sociali e socio-sanitarie e consigliere del Comune di Sorbolo Mezzani, è succeduta al dimissionario Marco Trevisan, assessore del Comune di Salsomaggiore Terme.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti