Insurtech

Neosurance con Axa lancia la polizza digitale «cancro» a premio fisso

La polizza, riservata alla community di Altroconsumo, prevede un indennizzo predefinito al momento della diagnosi, senza bisogno di fatture

di Gianni Rusconi

2' di lettura

Si attiva in pochi click e a differenza di altri prodotti assicurativi “stand-alone” dedicati alle malattie oncologiche ha dalla sua tre specifiche caratteristiche: si può sottoscrivere compilando un questionario di sole tre domande online e senza effettuare check-up medici preliminari, prevede un premio di importo fisso in caso di diagnosi avversa fino a cinque anni dalla sottoscrizione (eliminando l'obbligo di presentare richieste di rimborso di visite e ospedalizzazioni) e offre la possibilità di estendere la copertura ai figli minorenni.

La polizza Axa BeLive, lanciata da Axa Partners e dalla insurtech Neosurance in collaborazione con Altroconsumo Connect, il broker assicurativo di Altroconsumo, si presenta quindi alle famiglie italiane con l'etichetta di prima assicurazione digitale semi-parametrica dedicata ai casi di cancro e con la promessa di semplificare sensibilmente l'accesso agli indennizzi all'insegna della massima privacy per il consumatore.

Loading...

La soluzione, come spiegano i portavoce delle società coinvolte, è rivolta alla comunità di Altroconsumo (oltre 350mila i soci attivi a fine 2020) e garantisce un'attivazione in pochi secondi grazie alla tecnologia fornita da Neosurance.

Nel caso in cui fosse diagnosticato un tumore maligno, presentando la relativa documentazione medica, la polizza riconosce un indennizzo predefinito che può essere integralmente speso dall'assicurato liberamente. L'erogazione del premio, la cui entità dipende dal capitale assicurato (nei tagli da 10mila, 20mila o 50mila euro) e dall'età del contraente al momento della sottoscrizione (oltre che dal numero di eventuali figli minori inseriti nel contratto), non è infatti subordinata alla presentazione di fatture relative a visite specialistiche o ricoveri ospedalieri, ma viene effettuata subito e in un'unica soluzione, in corrispondenza dell'accertamento della diagnosi da parte della compagnia assicurativa.

A sinistro accertato, inoltre, l'assicurato avrà diritto a una serie di prestazioni di assistenza (sanitaria e non) per determinate patologie, tra cui un esame specialistico del genoma delle cellule cancerose finalizzato ad approfondire il quadro diagnostico.

La convinzione che il prodotto possa trovare immediato riscontro presso i consumatori nasce da un'attenta analisi delle dinamiche della domanda. «A differenza di altri mercati, primo fra tutti quello britannico, il settore delle polizze salute in Italia deve fare i conti con un atteggiamento di diffidenza, alimentato da una storica indole scaramantica», spiega Pietro Menghi, Ceo di Neosurance, citando in proposito i dati dell'ultimo Rapporto Ivass su “Conoscenza e Comportamento Assicurativo”.

Rapporto secondo il quale il 76,7% degli italiani indica problemi di salute per malattie o infortuni tra i timori più sentiti per il presente o il futuro ma coloro che sottoscrivono una polizza malattie sono solo il 10.6%.

Da qui l'idea di una soluzione facilmente accessibile attraverso un processo di acquisto e di richiesta di indennizzo estremamente trasparente e veloce. «Utilizzando il canale digitale - ha aggiunto Menghi – ed eliminando la necessità di effettuare screening medici, lasciamo che sia l'utente a completare in completa autonomia l'acquisto della polizza, in pochi minuti e nella riservatezza della propria casa».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti