L’ANNUNCIO DEL RE FELIPE vi

Nessuno può formare il governo, la Spagna torna al voto

Il re spagnolo Felipe VI ha constatato che non ci sono forze politiche con il sostegno parlamentare sufficiente a formare il governo. Di conseguenza, dopo lo scioglimento delle Camere lunedì 23, la Spagna andrà di nuovo al voto

default onloading pic
Pedro Sanchez e Felipe VI (Ap)

Il re spagnolo Felipe VI ha constatato che non ci sono forze politiche con il sostegno parlamentare sufficiente a formare il governo. Di conseguenza, dopo lo scioglimento delle Camere lunedì 23, la Spagna andrà di nuovo al voto


1' di lettura

Il re spagnolo Felipe VI ha constatato che non ci sono forze politiche con il sostegno parlamentare sufficiente a formare il governo. Di conseguenza,
dopo lo scioglimento delle Camere lunedì 23, la Spagna andrà di
nuovo al voto. Il voto dello scorso maggio aveva segnato la vittoria dei socialisti di Pedro Sanchez, ma il totale di seggi conquistato dalla principale forza di centrosinistra era rimasto al di sotto della soglia minima per formare una maggioranza al Congresso dei deputati.

Nei mesi successivi Sanchez ha provato a costruire un’intesa con la sinistra radicale di Podemos, offrendo prima una collaborazione nel governo e poi l’opzione di un sostegno esterno senza ruoli nell’esecutivo. Anche le ultime trattative sono naufragate, portando alla convocazione di un nuovo voto nel paese.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...