Food

Nestlé vende la divisione dei gelati, Haagen-Dazs passa al fondo Pai

Con una operazione da 4 miliardi di dollari il gruppo svizzero vende alla joint venture Froneri il business dei gelati

di Mar.Man.

default onloading pic
(Flavio Lo Scalzo / AGF)

Con una operazione da 4 miliardi di dollari il gruppo svizzero vende alla joint venture Froneri il business dei gelati


1' di lettura

Nestlé vende le sue attività americane relative al gelato alla joint venture Froneri, che aveva precedentemente creato con la società di private equity
Pai. L’operazione, che esprime un valore di 4 miliardi di dollari, include il marchio di punta del gruppo, Haagen-Dazs. Froneri, che già vende i gelati Nestlè in Europa, è stata creata nel 2016 con Pai e sta lavorando per crescere sempre di più nel settore e competere a livello mondiale con colossi come Unilever, leader nel mondo dei gelati con i marchi Ben and Jerry’s e Magnum.

«La creazione di Froneri è stata un successo fenomenale. Siamo convinti che il modello di business di successo di Froneri possa essere esteso al mercato americano. Con questa transazione, stiamo intraprendendo un passo decisivo verso il nostro obiettivo di raggiungere una leadership globale nel gelato», ha affermato Mark Schneider, l’amministratore delegato di Nestlé. L’accordo va in questa direzione, consegnando a Froneri una quota del 10% del mercato globale che si confronta con il 18% di Unilever.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti