ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTrimestrali Usa

Netflix batte le attese: 2,4 milioni di nuovi utenti e 1,4 miliardi di utile

Netflix ha registrato un utile nel terzo trimestre di 1,4 miliardi di dollari e fatturato a 7,93 miliardi (+5,9%). Utile netto di 3,10 dollari per azione. Risultati migliori delle aspettative

In "Rapiniamo il duce" Pietro Castellitto beffa Mussolini

3' di lettura

Netflix Inc. (Nflx) ha registrato un utile nel terzo trimestre di 1,4 miliardi di dollari. La società con sede a Los Gatos, in California, ha dichiarato un utile netto di 3,10 dollari per azione. I risultati hanno superato le aspettative di Wall Street. La stima media di 12 analisti intervistati da Zacks Investment Research prevedeva un utile di 2,11 dollari per azione.
Il gigante americano ha registrato un fatturato di 7,93 miliardi di dollari nel periodo, superando anche le previsioni di Wall Street (previsioni a 7,85 miliardi di dollari). Per il trimestre in corso, che si concluderà a dicembre, Netflix ha dichiarato di aspettarsi un fatturato di 7,78 miliardi di dollari (previsione analisti a 7,95 miliardi).

Netflix sta crescendo di nuovo

Il leader dello streaming ha raggiunto 2,41 milioni di clienti nel terzo trimestre, superando le previsioni interne e le aspettative di Wall Street. Netflix è cresciuta in tutte le regioni del mondo e martedì 18 ottobre ha dichiarato che prevede di registrare altri 4,5 milioni di clienti a livello globale in questo periodo.

Loading...

Anche se Netflix non sta crescendo come un paio di anni fa, la rete televisiva più popolare al mondo è tornata su una traiettoria positiva dopo aver cancellato le perdite di clienti nella prima metà dell’anno. Si tratta di una buona notizia per gli investitori di Netflix e dei suoi concorrenti, che hanno subìto forti perdite in borsa quando la società ha registrato un rallentamento della crescita all’inizio dell’anno.

La lettera agli azionisti

«Dopo un primo semestre difficile, crediamo di essere sulla strada giusta per riaccelerare la crescita», ha dichiarato la società in una lettera agli azionisti. Nel terzo trimestre, una robusta serie di programmi nuovi ha attirato milioni di nuovi spettatori. Il periodo è iniziato con i nuovi episodi di Stranger Things, una delle serie Tv più popolari al mondo.

Netflix ha inoltre distribuito il successo coreano Straordinario Procuratore Woo, i film The Gray Man e Purple Hearts e il dramma sul vero crimine Monster: The Jeffrey Dahmer Story, la seconda serie originale in lingua inglese più popolare.

Il fatturato del trimestre è cresciuto del 5,9% a 7,93 miliardi di dollari, battendo le previsioni degli analisti. Anche l’utile di 3,10 dollari per azione ha superato le stime.

Dilemma dollaro

Non sarà tutto rose e fiori in futuro. Netflix è ancora in procinto di registrare la crescita più lenta degli ultimi anni. L’azienda ha perso 1,2 milioni di clienti nella prima metà dell’anno, un calo che ha portato gli investitori e i colleghi a riconsiderare i loro investimenti nello streaming.

Una grande sfida su questo fronte è rappresentata dall’impennata del dollaro, che sta riducendo i ricavi e gli utili. Sebbene Netflix abbia dichiarato di essere in grado di adeguare la spesa per i contenuti e i prezzi di conseguenza, le sue previsioni per le vendite e gli utili del quarto trimestre sono inferiori alle stime di Wall Street.

Le stime

La società stima un fatturato di 7,78 miliardi di dollari per questo trimestre, inferiore ai 7,98 miliardi di dollari previsti dagli analisti. Gli utili dovrebbero attestarsi a 36 centesimi per azione, una frazione degli 1,20 dollari stimati da Wall Street. Tuttavia, i co-amministratori delegati Reed Hastings e Ted Sarandos sostengono che l’azienda ha molto spazio per crescere.

Il servizio rappresenta circa l’8% della visione televisiva negli Stati Uniti e nel Regno Unito, due dei suoi mercati più grandi, e sta aggiungendo quote di mercato ogni anno, ha dichiarato la società nella sua lettera. Netflix è anche redditizio, a differenza dei servizi di streaming gestiti dalla maggior parte dei suoi rivali.

Le iniziative per aumentare le vendite

La direzione prevede di aumentare le vendite introducendo una versione del servizio di streaming supportata dalla pubblicità a novembre e facendo pagare la condivisione delle password l’anno prossimo. I clienti disposti a guardare Netflix con 5 minuti di pubblicità all’ora possono pagare 7 dollari al mese, meno della metà del costo del piano più popolare.

Se da tempo gli investitori giudicano Netflix in base al numero di clienti aggiunti ogni trimestre, l’azienda sta cercando di convincerli a considerare metriche finanziarie più tradizionali, come il fatturato e l’utile operativo. Di conseguenza, la società ha dichiarato che non fornirà più previsioni sugli abbonati.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti