Maltempo

Nevica in molte regioni. Alcuni Comuni toscani senza riscaldamento

In Piemonte neve in collina e -20 gradi in montagna. In Sardegna scuole chiuse nel Nuorese

Maltempo: neve anche a bassa quota in Sardegna

4' di lettura

Neve fino a quote collinari, temperature a -20 in montagna, grandinate e vento in Piemonte. E’ la coda dell’inverno che in pratica non c’è stato, con 111 giorni di siccità. Dopo le grandinate e le tempeste di vento di ieri pomeriggio, con danni alle coltivazioni tra le province di Cuneo e Torino, termometro in picchiata nella scorsa notte: la minima è stata di 4.5 gradi nel centro di Torino, 0,7 a Cuneo città. Molto rigide le minime in montagna: -24,9 sul Monte Rosa, -19 a Ceresole Reale (Torino) nel parco del Gran Paradiso, -18,2 a Bardonecchia (Torino) in Valle di Susa. Nel pomeriggio è previsto un miglioramento del tempo. Anche la prossima notte, tuttavia, sarà molto fredda.

Coldiretti, grandine devasta orti e frutteti

Tempeste accompagnate dalla grandine si sono abbattute a macchia di leopardo provocando danni incalcolabili nelle campagne dove negli orti si raccolgono le primizie e le piante da frutto si trovano in piena fioritura spinta da inverno secco con 1/3 in meno di pioggia e bollente che dal punto di vista climatologico ha fatto registrare in Italia una temperatura media superiore di 0,49 gradi. E’ quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti sugli effetti dell’allerta della protezione civile per la violenta ondata di maltempo. Le zone più colpite: Piemonte (più aree); Lombardia (in particolare la provincia di Mantova danneggiando la fioritura della pera Igp e a Cremona per bietole e piante da frutto); Emilia-Romagna, Veneto.

Loading...

Neve anche a bassa quota in Sardegna

Questa mattina le vette del Nuorese e dell’Ogliastra sono state imbiancate da una coltre bianca e continua tuttora a nevicare in città a Nuoro ma anche in paesi collinari della Barbagia. Temperature vicino allo zero anche a Cagliari, dove la colonnina di mercurio è risalita a 4 gradi questa mattina. Ad Atzara il sindaco ha chiuso le scuole di ogni ordine e grado. Analoga decisione è stata presa dai Comuni di Ortueri e Macomer. In azione gli spazzaneve sulla statale 131 tra il Nuorese e il Sassarese. Neve e rallentamenti anche sulla statale 389 Nuoro-Lanusei dove sono in azione i mezzi dell’Anas.

La Spezia e Cinque Terre

Il maltempo ha portato la neve nello Spezzino anche sulla costa. Nevica dalla scorsa notte e i fiocchi hanno imbiancato le alture intorno alla città. Sospesa la gara podistica Sciacchetrail (46 Km) in corso alle Cinque Terre, con circa 300 partecipanti. Così come nella Coppa Milano-Sanremo per auto d’epoca è stata sospesa la tappa tra Rapallo e Loano.

Metrocittà di Firenze

I mezzi della Protezione civile e della Viabilità della Città metropolitana di Firenze in azione alla Consuma, a Vallombrosa e sulla strada provinciale 302 dopo la neve caduta nella notte. Ma lo stop dei riscaldamenti con 15 giorni di anticipo su diverse zone del territorio «non ha senso considerando che nevica in alcuni Comuni dove era stata emessa l’ordinanza di chiusura degli impianti termici», dichiara Cecilia Cappelleti, consigliera metropolitana della Lega.

In provincia di Bergamo, neve dai 600 metri

La neve è iniziata a cadere questa mattina su alcune zone della Bergamasca, anche a quote basse, a partire dai 600 metri. Tra le principali località innevate ci sono Berbenno, in Valle Imagna, appunto a poco più di 600 metri, Foppolo e Valleve, dove sono necessarie le catene per viaggiare sulla provinciale.

In Umbria sulle vette dell’Appennino

Il mese di aprile ha portato di nuovo freddo e neve in Umbria, specie sulle vette più alte dell’Appennino umbro-marchigiano. Da ieri sera Castelluccio di Norcia è di nuovo imbiancato, così le altre località dei monti Sibillini. Le previsioni meteo del Centro funzionale della Protezione civile umbra prevedono neve fino a quote collinari in gran parte della regione, specialmente nel Perugino. Le temperature minime nelle ultime ore sono precipitate allo zero e in alcune zone montane su sono registrati anche -7 gradi, come nel caso di Forca Canapine.

Neve sul Vesuvio

Colpo di coda dell’inverno: torna la neve sul Vesuvio. Le precipitazioni (a tratti è venuta giù anche la grandine) che si sono abbattute sulle città poste alle pendici del vulcano, hanno dato una momentanea tregua, lasciando intravedere tra le nuvole che ancora si addensano in cielo un manto bianco che ricopre gran parte del Vesuvio. Fino a domani alle 14 è in vigore in Campania l’allerta meteo, con criticità gialla.

Mare forza 5-6, Eolie ancora isolate

Collegamenti maritti interrotti nelle Eolie a causa del maltempo. Navi e aliscafi sono bloccati nei porti per il mare forza 5-6.

Le previsioni: «Nei prossimi giorni instabilità, poi 20 gradi»

«Nei prossimi giorni avremmo ancora oggi condizioni di instabilità al Centro Sud e sul Nord-Ovest con un calo delle temperature. Sono in corso nevicate su aree collinari e Appennini. Domani la situazione tenderà a migliorare ovunque ma le temperature resteranno basse, in mattinata sono previste gelate a basse quote e freddo a sud. Una situazione quasi invernale ma dalla prossima settimana aumenteranno le temperature. Troveremo i 20 gradi un po' ovunque nel corso della settimana». Così il meteorologo di Ilmeteo.it Antonio Sanò.

Tempo variabile a Pasqua

Resta ancora incertezza per le festività pasquali. «Per Pasqua ancora non ci sono delle previsioni dettagliate e puntuali, però quello che possiamo dire è che la tendenza in quel periodo potrebbe essere un po’ volubile, probabilmente potrebbero alternarsi giornate di sole e qualche acquazzone in tutta Italia. Non sono previste né ondate di particolare caldo né di freddo».


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti