MUSICA d’AMBIENTE

New York, nuova musica negli hotel firmata da Bjork e l’intelligenza artificiale

Il primo esperimento del Sister City Hotel dove viene trasmessa H24 nella lobby una colonna sonora che cambia in funzione delle condizioni atmosferiche e della posizione del sole grazie al lavoro degli algoritmi

di Gianni Rusconi


default onloading pic
La musicista islandese Björk durante un concerto (Afp)

2' di lettura

Entrare in una lobby di un albergo di lusso ed essere accompagnati al check in da musica d'ambiente è qualcosa di già visto. Se l'albergo in questione è il Sister City di New York, l'esperienza che accoglie il viaggiatore, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, è decisamente unica. In questo boutique hotel del Lower East Side di Manhattan aperto nella primavera del 2019 (si parte dai 165 dollari per la camera doppia), infatti, la musica di sottofondo nella lobby cambia in funzione delle condizioni atmosferiche e della posizione del sole grazie al lavoro degli algoritmi.

Sister City Lobby

La strana coppia: Björk e Microsoft
A dar vita al progetto, denominato “Kórsafn“, che significa “archivio di cori” in lingua islandese, è stata la nota compositrice e cantautrice Björk in collaborazione con Microsoft, la cui tecnologia permette di riconoscere il tipo di nuvole, il comportamento degli uccelli, la luce, il passaggio degli aerei e le condizioni atmosferiche combinando tutti questi dati con i suoni delle orchestrazioni corali che l'artista ha raccolto e ri-arrangiato negli ultimi 17 anni. Il fine ultimo di questa particolare associazione fra suoni e tecnologia? Creare nuovi ed originali arrangiamenti per aumentare la qualità del soggiorno.

Grazie all'intelligenza artificiale, la musica si adatta infatti alle diverse fasi del giorno (albe, tramonti) e ai cambiamenti della pressione barometrica, utilizzando le informazioni raccolte da una telecamera posta sul tetto della struttura. Il risultato finale è l'appunto una serie infinita di nuove varianti musicali in grado di creare un'atmosfera realmente onnicomprensiva per gli ospiti dell'hotel. Musiche che fluttueranno attraverso il flipper dell'intelligenza artificiale, ha detto la stessa Björk presentando una composizione che entra a far parte di una serie più ampia di “paesaggi sonori della lobby“ creati con il supporto tecnologico di Microsoft.

Per approfondire
Fuga a New York: la corsa verso il nuovo nella città che non dorme mai

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...