AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca e sfrutta l'esperienza e la competenza dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni. Scopri di piùPagamenti

Nexi tracolla in Borsa, Intesa vende a prezzi inferiori all'Ipo

La banca ha ceduto il 5,1% a 8,7 euro per azioni. Per gli analisti mossa «inattesa». Con scadenze lock up il 27% del capitale è potenzialmente in vendita

di Paolo Paronetto

(Bloomberg via Getty Images)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - La vendita del 5,1% di capitale da parte di Intesa Sanpaolo a un prezzo inferiore ai corsi di Borsa e anche ai valori della quotazione a Piazza Affari pesa sui titoli Nexi. Le quotazioni, che ieri avevano chiuso a 9,76 euro, si avvicinano così agli 8,7 euro ottenuti da Intesa nell'accelerated bookbuilding che ha portato l'istituto a uscire dal capitale di Nexi incassando 584 milioni. «La vendita delle proprie quote da parte di Intesa Sanpaolo non era attesa, in quanto considerato un azionista di lungo periodo in forza anche della partnership presente», scrivono gli analisti di una Sim milanese, notando che al prezzo di vendita di 8,7 euro per azione Nexi tratterebbe «in forte sconto rispetto a Worldline». La notizia è quindi «negativa per il momentum del titolo, anche alla luce del fatto che il potenziale capitale in vendita potrebbe ammontare, a seguito della scadenza dei lock up di gennaio 2022 e luglio 2022, a circa il 27% del capitale.

Ieri Intesa ha precisato che la vendita della quota «non ha riflessi sulla partnership strategica di lunga durata con Nexi, recentemente estesa al di fuori del perimetro nazionale». La cessione, ribadiscono da Bestinver, appare «un po' controintuitiva» proprio alla luce della partnership tra i due gruppi, ma «Intesa ha sempre razionalizzato le sue quote equity ed evidentemente una partecipazione di minoranza del 5% non faceva parte della sua strategia». Bestinver ricorda che l'Ipo di Nexi era avvenuta a 9 euro per azione e quindi a valori superiori rispetto a quelli ottenuti da Intesa, che dalla cessione della partecipazione non otterrà impatti positivi sul conto economico, ma secondo gli analisti dovrebbe avere un beneficio tra 4 e 6 punti base ("mid-single digit") sul coefficiente patrimoniale Cet1.

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti