Cinema

Nexon entra nella società dei Russo Bro

I fratelli registi di “Avengers: Endgame” hanno ceduto il 38% della loro casa di produzione per 400 milioni di dollari alla società nipponica

di Monica D'Ascenzo

2' di lettura

Gli appassionati dell’universo Marvel dovranno aspettare ancora qualche tempo per mettersi in fila ai bottighini per vedere Avenger5. Dopo “Avengers: Endgame” la nuova fase della saga sta viaggiando sottotraccia e porterà a un nuovo film ensemble. Per il momento, però, i Marvel Studios si godono ancora il successo dell’ultimo capitolo dei supereroi che è il secondo film nella storia del cinema per incassi con 2,797 miliardi di dollari in tutto il mondo.

Il film dei record è stato firmato dai fratelli Joe e Anthony Russo che stanno ancora beneficiando dell’onda lunga di quel successo, anche negli affari. Tanto che ieri hanno annunciato la cessione al produttore di videogiochi giapponese Nexon Co. una quota di minoranza in AGBO, la società di produzione cinematografica indipendente co-fondata dai due registi. Questi ultimi hanno incassato per l’operazione 400 milioni di dollari, in cambio del 38% della società che ha sede a Los Angelese. Somma che potrebbe salire, secondo gli accordi, di ulteriori 100 milioni di dollari nella prima metà di quest’anno.

Loading...

L’operazione porta, così, la società dei Russo brothers a 1,1 miliardi di dollari, facendo rivalutare così anche la ricchezza dei due registi, che l’hanno scorso era stimata a 32 milioni di dollari. «La partnership di AGBO con Nexon rappresenta una svolta significativa per l’intrattenimento, favorendo la convergenza del cinema in franchising e dei giochi con una portata globale» hanno commentato i fratelli Russo nella nota.

L’accordo, infatti, non ha solo una valenza finanziaria. Sul fronte industriale la società giapponese potrà sviluppare videogiochi sfruttando i diritti sulle produzioni di AGBO. Quest’ultima, invece, avrà nuovi capitali da investire per produzioni richieste dalle società di streaming, che hanno una domanda crescente di contenuti.

Il trend è in aumento e sta interessando tutte le case di produzione indipendenti. Solo questa settimana, ad esempio, gli ex dirigenti della Walt Disney Co. Kevin Mayer e Tom Staggs hanno acquistato una quota di minoranza nella società di intrattenimento di Will e Jada Smith, Westbrook, in un’operazione da di 60 milioni di dollari.

AGBO, fondata nel 2017, sviluppa, sul modello dell’universo Marvel, storie, mondi e universi narrativi che possano crescere un film dopo l'altro e magari diventare saghe, serie tv, videogiochi. Fra le sue produzioni più recenti il thriller d’azione “Extraction”, trasmesso su Netflix, al cui seguito la società sta già lavorando.

Bloomberg, scriveva che «i fratelli Russo sono quelli da cui va Hollywood quando c'è bisogno di creare un nuovo universo cinematografico». E a questo punto c’è da dire: non solo Hollywood.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti