ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùprogetto «non ti tollero»

Nichel, una patologia che colpisce 5 milioni di italiani (75% sono donne)

Grazie alla raccolta fondi organizzata da «Il mondo delle intolleranze, Aili, Aici si avvicina l’avvio del primo studio italiano sulla sensibilità al nichel

di Marcello Frisone


default onloading pic

2' di lettura

Al via la raccolta fondi a favore del progetto scientifico «Non ti tollero», il primo studio italiano (durerà complessivamente 7 anni) sulla sensibilità al nichel, patologia che interessa 5 milioni di persone (più le donne degli uomini con un rapporto di 3 a 1).

Il progetto scientifico «Non ti tollero»
Svolto in collaborazione dal dottor Michele Di Stefano della Fondazione Irccs Policlinico San Matteo di Pavia (membro anche del comitato scientifico dell’associazione «Il mondo delle intolleranze») e dalla professoressa Hellas Cena dell'Irccs Maugeri di Pavia, il progetto scientifico «Non ti tollero» mira ad approfondire la conoscenza sulle reazioni avverse al nichel in ambito diagnostico e terapeutico, per migliorare la qualità di vita dei pazienti. Il progetto di ricerca è organizzato secondo 3 step (della durata rispettivamente di 3, 2 e 2 anni) .

La raccolta fondi
La raccolta fondi renderà possibile l'inizio delle attività, previsto entro il primo quadrimestre del 2020, con una prima fase rappresentata dalla definizione della prevalenza della malattia nella popolazione generale mediante uno studio epidemiologico. Si stima di sottoporre a screening un campione di circa 2.500 soggetti appartenenti a una area geografica omogenea per caratteristiche della popolazione e del territorio che verranno arruolati mediante una campagna di sensibilizzazione.
Il campione di popolazione generale sarà sottoposto a visita medica, mediante la quale verrà rilevata, la presenza di altre malattie e le terapie effettuate e in corso. Quindi, saranno sottoposti e un test diagnostico per definire la presenza di sensibilizzazione al nichel. Questo studio porterà informazioni sugli aspetti epidemiologici, quali la prevalenza globale e le differenze di genere ed età-correlate, e sulle manifestazioni cliniche di tale condizione, rendendo possibile quindi la differenziazione dei pazienti in vari sottogruppi, sulla base del differente coinvolgimento d'organo.

L’evento per raccolta fondi
L'evento milanese (tenutosi il 19 febbraio 2020 presso la Sonia Factory ) è stato organizzato da Tiziana Colombo, presidente de «Il mondo delle intolleranze» (in collaborazione con Associazione italiana latto intolleranti e con il patrocinio dell’Associazione italiana celiachia Lombardia) grazie al sostegno delle aziende Brandani, Zeronichel, Igor Gongorzola, Nutrifree ed Exquisa (che per i prossimi 2 anni sarà, tra l’altro, rappresentata dalla brand ambassador Tania Cagnotto).
L'associazione «Il mondo delle intolleranze» supporta il progetto scientifico sulla sensibilità al nichel, sia organizzando eventi di raccolta fondi, sia promuovendo una maggiore informazione sul tema attraverso vari canali, da ultimo quello dei social media (#nontitollero) con l’obiettivo di continuare la narrazione del progetto durante tutte le sue fasi anche sui social media, per rendere l'argomento “sensibilità al nichel” più condivisibile e vicino a un pubblico più ampio e giovane.

Riproduzione riservata ©
  • default onloading pic

    Marcello FrisoneRedattore

    Luogo: Milano

    Lingue parlate: Italiano, inglese, francese

    Argomenti: Sport-Risparmio-Finanza-Norme-Tributi

    Premi: 31 marzo 2017 - Menzione d'eccellenza giornalista economico al premio Loy, banking and finance award

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...