cassazione

Niente gratuito patrocinio al ladro di lungo corso: si suppone un alto reddito

Dalla lunga serie di furti consumati, senza soluzione di continuità per 40 anni, è logico supporre l’esistenza di rilevanti fonti di reddito illecito. Secondo la difesa l’imputato viveva in macchina

di Patrizia Maciocchi

default onloading pic
(AdobeStock)

Dalla lunga serie di furti consumati, senza soluzione di continuità per 40 anni, è logico supporre l’esistenza di rilevanti fonti di reddito illecito. Secondo la difesa l’imputato viveva in macchina


1' di lettura

Si può supporre che sia “ricco” chi ha rubato, senza soluzione di continuità per 40 anni. E dunque non può invocare il diritto al gratuito patrocinio affermando che, a causa della sua indigenza, vive in macchina. Per la Cassazione, infatti, il giudice nel valutare la possibilità di ammettere al beneficio della difesa a carico dello Stato deve tenere conto anche dei redditi illeciti. E può farlo affidandosi a delle presunzioni. Nel caso esaminato la Corte non dà credito alla descrizione di una vita decisamente grama: l’auto come abitazione e una famiglia di cui aveva perso le tracce.

La sentenza

Visualizza

La redditizia storia criminale

Per la Suprema corte di tutto questo non ci sono riscontri, mentre pesa il casellario giudiziario che autorizza a credere ad un’altra storia. Una lunghissima serie di reati contro il patrimonio, consumati nell’arco di 40 anni. Poco importa se l’ultimo furto, come faceva notare la difesa, risaliva a sei anni prima. Per i giudici di legittimità è lecito supporre che il ricorrente potesse contare su rilevanti fonti di reddito illecito. La stessa Cassazione ricorda che, con la sentenza 44900/2018 la valutazione, sempre in un caso di reato contro il patrimonio, aveva portato alla decisione opposta. Il via libera la beneficio c’era stato perché il ladro, o meglio aspirante tale, aveva al suo attivo un unico precedente per un delitto tentato, che non gli aveva fruttato nulla.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti