la rivolta delle calzature

Nike e Adidas scrivono a Trump: «Dazi catastrofici, costi sui consumatori»


Il piano di Trump per l'aumento dei dazi sull'import dalla Cina

1' di lettura

Nike, Adidas e altri 171 gruppi del settore calzaturiero e sportswear hanno scritto una lettera al presidente americano, Donald Trump, invitandolo a cambiare idea sui dazi che finirebbero per colpire i beni di consumo prodotti in Cina e importati negli Usa. Secondo le aziende, tali dazi sarebbero «catastrofici per i nostri clienti, le nostre aziende e l’economia americana in generale».

GUARDA IL VIDEO / Il piano di Trump per l'aumento dei dazi sull'import dalla Cina

Inviata anche al segretario americano al Tesoro, Steven Mnuchin, e al consigliere economico di Trump, Larry Kudlow, la lettera recita: «Per conto di centinaia di milioni di persone che comprano scarpe e centinaia di migliaia di dipendenti, chiediamo uno stop immediato a questa azione che aumentarà le spese a loro carico».

PER SAPERNE DI PIU’ / Guerra dei dazi, ecco la formula che svela perché la Cina sta vincendo su Trump

Rivolgendosi a Trump, le aziende hanno scritto che «la vostra proposta di aggiungere dazi a tutte le importazioni dalla Cina equivale a chiedere ai consumatori americani di farsi carico dei costi. È ora di mettere fine a questa guerra commerciale». Il settore quantifica in 3 miliardi di dollari all’anno il costo dei nuovi dazi alla Cina.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...