LA GIORNATA DEI MERCATI

Nikkei in lieve rialzo (+0,1%) nonostante i casi Takata e Toshiba

dal nostro corrispondente Stefano Carrer

2' di lettura

L'indice Nikkei della Borsa di Tokyo ha chiuso oggi in leggero rialzo dello 0,1% a quota 20.153,35 punti, nonostante le cattive notizie dal mondo industriale riguardanti Takata e Toshiba. Piegata dallo scandalo degli airbag difettosi al nitrato di ammonio, la societa' di componentistica per autoveicoli Takata ha portato oggi i libri in tribunale, con passivita' indicate in oltre 10 miliardi di dollari. Anche la controllata americana ha chiesto negli States le procedure del Chapter11.

La societa' ha deciso di attivare le procedure fallimentari nell'ambito di un piano finalizzato a consentire una continuita nelle operazioni, che permetta il proseguimento ancora in corso della sostituzione di decine di milioni di airbag nel mondo, installati su vetture di ben 19 case automobilistiche. A questo scopo, Takata venderà i suoi asset alla rivale americana Key Safety Sistems, oggi parte del gruppo cinese Ningbo Joyson, per 1,6 miliardi di dollari. Da domani il titolo Takata scomparira' dal listino della Borsa di Tokyo. Ora che Takata ha attivato le procedure fallimentari, sara' difficile per varie Case automobilistiche recuperare in pieno gli oneri sostenuti per i richiami in officina: oggi comunque l'impatto sui loro titoli e' limitato, in quanto avevano gia' largamente spesato in bilancio le relative perdite potenziali.

Loading...

Quanto a Toshiba, le sue azioni hanno accusato un netto ribasso sulla scia della decisione del Tokyo Stock Exchange di spostare il titolo da listino principale alla seconda sezione a partire da inizio agosto, anche se ha concesso una ulteriore proroga fino al 10 agosto per il rilascio dei dati i bilancio certificati relativi all'annata chiusasi il 31 marzo scorso. In ripresa a Tokyo i titoli del settore minerario dopo i cenni di recupero dei prezzi petroliferi, mentre anche i finanziari sono apparsi oggi sostanzialmente deboli.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti