Videogiochi

Nintendo, annunciato il sequel di The Legend of Zelda: Breath of the Wild

di Luca Tremolada


Il trailer del sequel di The Legend of Zelda: Breath of the Wild

2' di lettura

LOS ANGELES - Probabilmente ci vorranno ancora un paio di anni ma il secondo capitolo di The Legend of Zelda: Breath of the Wild è ufficialmente in fase di sviluppo. Nintendo attraverso la consueta video-conferenza trasmessa in occasione dell'E3 ha lasciato a un breve trailer l'annuncio più importante per Nintendo Switch. La console giapponese che dal lancio ha superato quota 35 milioni di unità è sempre di più concentrata ad arricchire il proprio catalogo di giochi. I giapponesi che sembrano (per ora) disinteressati al cloud gaming e alle prospettive di gioco in streaming (l'abbonamento per giocare online costa solo 20 euro all'anno) continuano così a fare quello che sanno fare meglio, videogiochi, nel senso più tradizionale del termine. Vedremo quanto sapranno resistere alla tentazione della distribuzione di giochi con la formula all-you-can-eat, ma per come stanno le cose a Big N, si possono permettere di aspettare, almeno alcuni anni.

GUARDA IL VIDEO - Il trailer del sequel di The Legend of Zelda: Breath of the Wild

Moltissimi gli annunci quest'anno, in particolare dalle cosiddette terze parti. I pezzi forti però restano come sempre i titoli made in Kyoto. Entro la fine dell'anno arriverà Luigi's Mansion 3, una sorta di Ghostbuster teletrasportato nell'universo di Super Mario. L'ambientazione è quella di un hotel, le armi un Poltergust G-0M per sbatacchiare e far volare via i fantasmi e la novità è Gommiluigi, un sosia di Luigi in grado di superare ostacoli di ogni tipo.

Uscirà il 20 settembre il remake di Zelda Link's Awakening: Link è pupazzoso e rotondo come nel titolo originale. Tra i nemici dell'isola di Koholint alcuni “cattivi” delle serie Super Mario, come Goomba, Categnacci e Piante Piranha.

The Legend of Zelda: Breath of the Wild

The Legend of Zelda: Breath of the Wild

Photogallery6 foto

Visualizza

Il pezzo forte, in termini commerciali, sarà probabilmente Pokémon Spada e Pokémon Scudo in uscita il 15 novembre. Questa volta non si tratta di un remake ma di un Pokémon tutto nuovo. Nuova isola e nuovi mostricciattoli da allenare. Per la prima volta i giocatori potranno affrontare nei Raid Dynamx i giganteschi e fortissimi Pokémon noti come Pokémon Dynamax e per la prima volta ci sarà più libertà nell'esplorazione dell'isola grazie alla possibilità di controllare liberamente la telecamera.

Tra i numerosi giochi di terze parti annunciati che cominciano ormai a diventare un catalogo importante dell'offerta per Nintendo Switch, c'è da segnalare su tutti The Witcher 3: Wild Hunt di Cd Projekt Red, vincitore di oltre 250 premi come gioco dell'anno. Residen Evil 5 e 6 di Capcom. E No More Heroes 3 di Grasshopper Manufacture che segna il debutto di Travis Touchdown su Nintendo Switch. Il titolo del game designer Suda 51 è in arrivo nel 2020. Anche se per pochi uscirà in estate il particolarissimo Fire Emblem: Three Houses, un Rpg giapponese che ci mette nei panni di un professore universitario chiamato a seguire gli studenti nella loro vita accademica. Infine, una notizia che non renderà felici i fan della serie: l'attesissimo Animal Crossing: New Horizons è stato rimandato al 2020.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...