TOKYO MOTOR SHOW

Nissan Ariya, ecco come sarà il futuro suv elettrico

Dimensioni compatte, ma con proporzioni da sportiva, dall'Ariya Concept presentata al Salone di Tokyo deriverà un modello di serie nel 2021

di Corrado Canali


default onloading pic

2' di lettura

Sembra l'ennesimo crossover coupé che ormai sta diventando una nicchia nella nicchia, quelli dei modelli a ruote alte con propensione alla sportività. Eppure nel caso della Nissan Ariya presentata al Salone di Tokyo si tratta di un veicolo elettrico proposto con la dicitura di Concept ma che è già molto vicino alla produzione di serie, prevista per il 2021.

Dettagli inediti introdotti dal designer Alfredo Albaisa che l'ha realizzata sono la firma luminosa inedita nell'ambito di una rivisitazione della mascherina frontale con delle finiture tridimensionale che nascondono i sensori dedicati alla guida assistita.

La Arija Concept rappresenta un'evoluzione di altri due concept del brand giapponese l'IMx ed l'IMQ, rispetto alle quali ha perso molte delle specificità tipiche delle show car e dunque meno fumo e tanto arrosto. Il passo lungo e gli sbalzi ridotti, specie dietro, sono garanzia di grande spazio interno con dimensioni da crossover medio: 4,6 metri di lunghezza e 1,63 di altezza. E porta al debutto un design nuovo per Nissan esaltato dai grandi cerchi da 21” e dal profilo satinato che divide il tetto dalla carrozzeria a cui sia accompagna i nuovi colori blu e rame.

Gli interni grazie al pavimento piatto garantito dal powertrain elettrico, offrono tanto spazio in più in relazione alle dimensioni. Le superfici touch sono visibili quando il veicolo è in funzione e le news a bordo sono proiettate sullo schermo principale da 12,3”. I sedili, invece, hanno ingombri ridotti per garantire a tutti la massima visibilità.

Mentre plancia e pannelli porta sono in ecopelle. La Ariya è equipaggiata con i sistemi legati al pacchetto ProPilot 2.0 che consente di togliere le mani dal volante e lasciare alla vettura il controllo dell'auto sfruttando le telecamere e i sensori a supporto della cartografia del sistema di navigazione. Sempre a bordo è presente il Virtual Personal Assistant che coi comandi vocali gestisce grande parte delle funzioni di bordo incluse la programmazione dei viaggi con tanto di soste per la ricarica e la ricerca dei parcheggi, oltre a riconoscere l'utilizzatore per impostare tutte le sue preferenze relative a confort e infotainment.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...