TOKYO MOTOR SHOW

Nissan IMk, ecco il prototipo che anticipa l’auto del futuro

La casa giapponese entra nell'era post Goshn e rilancia sulle citycar elettriche

di Mario Cianflone


default onloading pic
Foto di Mario Cianflone

5' di lettura

TOKYO. Nissan rilancia sull'elettrico e la guida autonoma con una show car che anticipa il futuro e, soprattutto l'era del dopo Ghosn incarnata dal nuovo ceo designato Makoto Uchida che prenderà a gennaio le redini del pilastro nipponico dell'Alleanza. Il futuro del marchio nipponico viene esibito con la concept IMk, svelato sotto i riflettori del salone di Tokyo, tradizionale vetrina dell'auto del futuro. IMk, al contrario di altri show car come la IMx di due anni fa che era un enorme crossover elettrico, punta a interpretare il concetto di city car alla spina. E infatti prende le forme e le dimensione di una K-Car, cioè le super utilitarie dalle forme squadrate e bizzarre che popolano le strade giapponesi.

Il nuovo concept rientra nella visione Nissan denominata Intelligent Mobility che pone al centro della sua missione veicoli alimentati, guidati e integrati nella società. E ispirandosi a questi concetti gli ingegneri giapponesi hanno concentrato il loro sforzo nel segmento city car, il più importante in Giappone ma in continua crescita anche nel resto del mondo. Il risultato è il concept IMk, che si basa sulla nuova piattaforma Ev. Più di una normale city car, il nuovo concept car si nota per il design elegante e per il comfort e la sicurezza offerta al guidatore, caratteristiche pensate per ridurre lo stress durante le giornate passate nel traffico cittadino.

Nissan IMk, design futuristico
L'estetica minimalista di Nissan IMk si denota nelle proporzioni dell'auto che prende spunto dalla filosofia di nuova concezione Nissan chiamata “Timeless Japanese Futurist”, che tradotto diventa “Futurismo giapponese senza tempo”. La parte esterna ottiene linee fluide rifinite con motivi giapponesi applicati con cura. Il colore rosso ramato “Akagane” è un omaggio agli artigiani giapponesi che hanno utilizzato il rame per creare opere d'arte non fine a sé stesse ma anche funzionali nella vita di tutti i giorni. La calandra V-motion, abbinata al motivo a intreccio presente nella zona delle luci posteriori danno l'impressione di essere di fronte a una elaborata lavorazione in legno. Nella parte anteriore la griglia frontale che di norma si trova sulle auto con motore termico, in questo caso è sostituita da un elemento di design che abbina stile e funzionalità, senza però dimenticare di proteggere le preziose tecnologie che si trovano appena dietro di esso. Le dimensioni ufficiali di IMk sono 3434 mm in lunghezza, 1512 mm in larghezza (escluso lo specchietto retrovisore) e 1644 mm in altezza.

Arriva la mini car elettrica che guida da sola

Arriva la mini car elettrica che guida da sola

Photogallery17 foto

Visualizza

Interni accoglienti e hi-tech
Lo spazio interno della nuova concept richiama l'ambiente “lounge” con sedute accoglienti e rilassanti tanto che passeggeri e guidatore avranno l'impressione di essere seduti su una nuvola. Volante, quadro strumenti e porte richiamano il colore Akagane, per dare luminosità all'interno dell'abitacolo. Inserti in legno sono posizionati all'interno delle portiere e richiamano la tecnica di falegnameria giapponese detta kigumi, capace di donare un senso di calma interiore. Il cruscotto, oltre al pulsante Start e al cambio, non offre altri comandi fisici. Questi, e le varie impostazioni sono fruibili tramite icone soft illuminate all'interno della finitura Akagane. Velocità e indicazioni del navigatore sono a disposizione del pilota all'interno di un display “prism” senza cornice che da l'impressione di essere sospeso a mezz'aria. Quando viene utilizzata la superficie touch di tale display, lo schermo è attraversato dall'immagine di uno stormo di uccelli. L'illuminazione interna si adegua ai colori del display prism, a seconda dei contenuti visualizzati.

Connessa e parcheggia da sola
La connettività è un altro degli aspetti che sono enfatizzati in IMk. Il conducente può applicare le proprie impostazioni personali di guida (tra cui posizione del sedile, climatizzazione e così via) semplicemente utilizzando uno smartphone. IMk si occuperà anche di avvisare il pilota sul migliore orario per partire per giungere a destinazione nel minor tempo possibile, valutando molte variabili, tra cui, chiaramente, lo stato del traffico. Una volta a casa IMk si parcheggia in autonomia e si integra con il sistema energetico domestico e utilizza, tramite il sistema Nissan Energy Share, la batteria per bilanciare il fabbisogno energetico della casa.

Guida autonoma in IMk
Sono diverse le tecnologie di assistenza alla guida inserita dal Nissan nel suo concept IMk. Una delle più interessanti è ProPilot Remote Park, gestibile tramite smartphone è in grado di trovare in autonomia un parcheggio, dopo che conducente e passeggeri sono scesi dall'auto. Una volta che si è pronti a ripartire, premendo semplicemente un pulsante l'auto tornerà dal conducente. Durante il viaggio sarà possibile sfruttare la tecnologia Invisible-to-Visible (I2V) che si basa sulle informazioni trasmesse dai sensori esterni ed interni al veicolo con i dati provenienti dal cloud. Questa tecnologia tiene sott'occhio le zone intorno al veicolo e prevede quello che succede, ad esempio cosa c'è dietro un edificio o dietro l'angolo, migliorando quindi la sicurezza alla durante la marcia.

Airya, il prossimo suv elettrico di Nissan.
Altra novità in vetrina è la Ariya Concept, un suv elettrico che nonostante la dicitura “Concept” è già molto vicino alla produzione di serie, prevista per il 2021. Ariya rappresenta un'evoluzione di altri due concept del brand giapponese l'IMx ed l'IMQ, rispetto alle quali ha perso molte delle specificità tipiche delle show car e dunque meno fumo e tanto arrosto. Il passo lungo e gli sbalzi ridotti, specie dietro, sono garanzia di grande spazio interno con dimensioni da crossover medio: 4,6 metri di lunghezza e 1,63 di altezza. E porta al debutto un design nuovo per Nissan esaltato dai grandi cerchi da 21” e dal profilo satinato che divide il tetto dalla carrozzeria a cui sia accompagna i nuovi colori blu e rame.

Novità Nissan al Salone di Tokyo
Oltre al concept IMk, Nissan al Tokio Motor Show in programma dal 25 ottobre al 4 di novembre mostrerà altri 14 modelli di auto che arriveranno prossimamente nei concessionari. Tra questi spicca la Nissan Leaf e+ che viene proposto con un nuovo motore elettrico in grado di offrire 115 km in più rispetto al vecchio modello, grazie a batterie con capacità di stoccaggio dell'energia migliorate. Nel segmento minivan arriva Serena e-Power, che integra il sistema ProPilot, oltre ovviamente al sistema e-Power introdotto in gamma da Nissan nel marzo 2019 e che ha ottenuto il riconoscimento di “Technology of the Year”. In arrivo anche la nuova Nissan Skyline dotata di ProPilot 2.0, il primo sistema di assistenza alla guida al mondo a utilizzare la guida senza mani sul volante in autostrada. Infine, novità anche per la gamma Nissan GT-R con l'introduzione del modello GT-R 50Th Anniversary e GT-R NISMO 2020. Il primo è un'edizione speciale con interni ed esterni esclusivi con combinazioni bicolore. Il secondo offrirà i turbocompressori utilizzati nella versione GT3 2018 da corsa e freni in carboceramica di nuova concezione. Gli elementi esterni (tetto, cofano motore e i parafanghi anteriori) sono realizzati in carbonio, motivo per cui il peso dell'auto è stato ridotto di ben 30 chilogrammi.

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...