Auto

Nissan introdurrà in Giappone la guida autonoma in autostrada


2' di lettura

Yokohama, 22 - Nissan lancerà un s i s t ema d i g u i d a a u t o n oma i nautostrada nel mercato interno giapponese il prossimo autunno. È qui infatti che arriverà il sistema ProPilot di seconda generazione. Svelato la scorsa settimana, l'aggiornamento ProPilot 2.0 fa molti p rogressi rispetto al sistema attuale, venduto in 350.000 veicoli in tutto il mondo dal lancio sul mercato nel 2016. Il nuovo sistema sarà in grado di cambiare corsia, sorpassare altre auto e imboccare le uscite autostradali. Il sistema attuale non consente il cambio di corsia e non è gestito dal sistema di navigazione. Per questo negli Stati Uniti il suo nome è completato dal suffisso “Assist” in modo da non generare un falso senso di sicurezza nelle sue limitate abilità. ProPilot 2.0 integra sette telecamere, cinque sensori radar e 12 sonar. Completa il pacchetto un sistema di navigazione 3D ad alta definizione. Il sistema presenta alcune piccole limitazioni: consente la guida “a mani libere” solo quando il veicolo rimane in una corsia. Le regolamentazioni giapponesi richiedono che le mani del guidatore siano sul volante quando l'auto cambia corsia. ProPilot 2.0 cambia corsia da solo, ma la legge richiede il mantenimento manuale per ogni evenienza. Funziona solo su autostrade che sono state mappate in 3D ad alta definizione. È questa mappatura digitale avanzata che gli consente di posizionare la vettura sulla strada con un margine di errore di pochi centimetri. Infine i conducenti non possono rilassarsi troppo: il sistema monitora il guidatore per assicurarsi che presti attenzione e sia pronto a riprendere il controllo in caso di emergenza. Quindi niente sonnellino o lavoro durante il tragitto.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti