Il piano Ambition 2030 - In arrivo 23 novità

Nissan rilancia la sfida su sostenibilità e innovazione

di Corrado Canali

Gli interni di Chill-Out, concept di Nissan

2' di lettura

Nissan col nuovo piano strategico Ambition 2030 ha in programma di cambiare radicalmente l’approccio alla mobilità sostenibile del futuro con 23 modelli elettrificati, 15 dei quali elettici puri che sono stati anticipati da quattro prototipi, la base di alcuni dei modelli in arrivo. Si tratta di un crossover, la Chill-Out, di una rodaste, il Max-Out, di un pick-up il Surf-Out e di un multispazio, l’Hang-Out.

Unico elemento che è comune ai quattro concept è il powertrain bimotore e-4orce che è alla base del suv premium Ariya pronto per debuttare anche in Europa all’inizio del 2022 e che diventerà lo standard per tutti i nuovi modelli elettrici che verranno lanciati entro il 2030.

Loading...

A cui si aggiunge l’abbinamento con le batterie allo stato solido che saranno integrate nel pianale e in grado di garantire prestazioni migliori, ma riducendo il tempo di ricarica di un terzo e i costi di produzione.

Sono tre, invece, le piattaforme di nuova introduzione visto che i nuovi modelli richiederanno schemi diversi e delle soluzioni tecniche specifiche per ottenere la massima efficienza e un piacere di guida di livello. Cill-Out è l’unico dei concept a sfruttare la base Cmf-Ev condivisa col partner Renault all’interno della Alleanza che ingloba anche Mitsubishi. La vettura è descritta come un mezzo elegante e moderno pensato appositamente per la guida autonoma di livello 4 con volante e comandi che sono del tipo a scomparsa. Da sottolinear che la guida autonoma è un tema ricorrenti nelle strategia di Nissan che nel lontano 2012 ipotizzava di vendere veicoli in grado di guidare da soli nel 2020. Nessuno li ha visti. Gli altri tre concept si basano sulla Nissan EV Technology Vision che integra sia la tecnologia delle batterie allo stato solido, ma anche altri componenti come la trazione integrale e-4orce portata al debutto dalla Ariya. Nel caso do Max-Out si tratta di una roadster biposto con un interno che prevede un sedile che si sposta verso il centro per creare una sorta di monoposto. Il pick-up Suf-Out, invece, consente di alimentare con le batterie di cui dispone delle attrezzature esterne. L’abitacolo, poi, è molto luminoso grazie alle superfici vetrate estese. Nissan ha inoltre progettato un grande tetto fumé per coprire il vano di carico. Infine la multispazio Hang-Out ha un design progettato intorno all’abitacolo per trasformarsi in un ufficio mobile o un semplice living. I sedili sono girevoli e studiati per ridurre le vibrazioni alla base del noioso mal d’auto.

Lo stile è un mix fra un crossover e una station wagon con un tetto che ha una copertura ripiegabile ed apribile. Da qui, insomma, Nissan deriverà una vera e propria offerta di modelli del tipo multiutilizzo per potere soddisfare al meglio tutte le esigenza della mobilità del futuro.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti