Ordinanze regionali

Via il green pass dallo Stretto di Messina: Sicilia e Calabria sfidano il Governo

I presidenti delle due regioni autorizzano l’attraversamento dello Stretto con il green pass base

Green pass, la protesta del sindaco di Messina: "Siciliani penalizzati, nel resto d'Italia i no vax possono girare ovunque"

2' di lettura

Sicilia e Calabria espellono il Green pass dallo stretto di messina con due ordinanze regionali. La prima è stata emanata dal presidente della regione Sicilia Nello Musumeci ed è in vigore dalle 14 di martedì 18 gennaio: consente ai passeggeri privi di Green pass diretti verso la Penisola di attraversare lo Stretto di Messina con i traghetti.

L’ordinanza siciliana

La disposizione resta vigente fino alla cessazione dello stato di emergenza e la stessa facoltà è riconosciuta agli abitanti delle Isole minori siciliane. L’ordinanza, aggiunge Musumeci, è stata firmata «decorse inutilmente le 24 ore dall’ultimo appello rivolto al ministro della Salute Roberto Speranza, dopo quello rivolto il 5 gennaio al premier Draghi».

Loading...

Il provvedimento calabrese

La seconda ordinanza è quella del presidente della regione Calabria, Roberto Occhiuto, che nella serata di martedì ha firmato il provvedimento che prevede la possibilità di utilizzare i mezzi di trasporto pubblico e collegamento marittimo tra la Regione Calabria e la Regione Sicilia anche con il possesso del cosiddetto green pass base (avvenuta guarigione, vaccinazione o tampone negativo).

I non vaccinati, spiega una nota, avranno l'obbligo di rimanere sui rispettivi veicoli per tutto il tempo della traversata e, i pedoni, quello di stazionare negli spazi comuni aperti delle imbarcazioni, mantenendo l'adeguato distanziamento interpersonale ed indossando una mascherina FFP2. L'accesso ai locali chiusi resta consentito ai soli possessori della certificazione verde “rafforzata” o “booster”.

La protesta del sindaco di Messina

Nei giorni scorsi il sindaco di Messina Cateno De Luca aveva protestato dormendo per due notti in tenda al molo San Francesco - dove si trovano gli imbarcaderi dei traghetti - e manifestando il proprio dissenso contro la norma che prevede l’obbligo del Green pass rafforzato per l’attraversamento dello Stretto.

Una norma che, secondo il primo cittadino, non garantisce la continuità territoriale e che ora è messa in discussione anche da ordinanze regionali.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti