esperto di anti-terrorismo

No Tav, Spataro: «Il rischio è che anarchici prendano spunto per violenze»

L’ex procuratore di Torino, esperto di anti-terrorismo, spiega al <i>Sole24Ore</i> i rischi di strumentalizzazioni della «legittima manifestazione» contro il via libera alla Tav Torino-Lione. L’intelligence: «Grande preoccupazione» per la manifestazione di sabato al cantiere di Chiomonte

di Ivan Cimmarusti


No Tav, la protesta con razzi e pietre. La polizia diffonde video

2' di lettura

«C’è il rischio che la democratica protesta contro la Tav sia strumentalizzata da gruppi che fanno violenza, ma è sbagliata l’equiparazione con il terrorismo degli anni di piombo». L’analisi è dell’ex procuratore capo di Torino ed esperto di reati di tipo terroristico, Armando Spataro, che precisa: «Il rischio è che uno o più gruppi, anche di origine anarchica, possano prendere spunto da questa protesta per commettere atti di violenza come già avvenuto in passato».

GUARDA IL VIDEO - No Tav, la protesta con razzi e pietre

I messaggi contro il premier Conte
Il via libera di ieri del governo all’alta velocità Torino-Lyon ha sollevato nuove e allarmanti proteste. A partire dal messaggio fatto girare sui siti web collegati al movimento No Tav, contro il presidente del Consiglio Giuseppe Conte: «dimostra di non conoscere la determinazione del movimento No Tav». Inoltre, si legge che il premier «sa che la Torino-Lyon non serve a nulla», «sa che si creerà un problema di ordine pubblico», «ha ben chiaro» che «perderà tanti voti e rispetto politico» ma «non conosce la determinazione del movimento No Tav». La tensione, peraltro, si era alzata nuovamente lo scorso week end, con il lancio di bombe carta nei pressi del cantiere di Chiomonte, episodio sul quale sta ora indagando la Digos, visionando le immagini delle telecamere.

1° maggio, Torino: no Tav lanciano oggetti alla Polizia

1° maggio, Torino: no Tav lanciano oggetti alla Polizia

Photogallery23 foto

Visualizza

Spataro: «Una protesta legittima, ma i reati vanno perseguiti»
«C’è un movimento No Tav che pur usando una dialettica accesa per sostenere le proprie idee, non commette reati», spiega Spataro al Sole24Ore. «Rispetto a questo movimento c’è da dire che è del tutto legittimo, come in ogni democrazia. Dall’altro lato ci sono uno o più gruppi, anche di origine anarchica, che possono prendere spunto da questa tematica per commettere delle violenze». Aggiunge che «non è accettabile che siano strumentalizzate campagne di opinione, come quella contro la Tav, da soggetti che hanno altri obiettivi. Non è neanche accettabile, però, che il movimento No Tav, civilmente in piazza, richiami il rischio di violenza come strumento per rafforzare le proprie richieste. Un movimento civile e democratico non può farlo. Sento di poter escludere, comunque, l’equiparazione tra i gruppi violenti di oggi e le bande degli anni di piombo. Se si commettono reati vanno anche oggi perseguiti con determinazione, ma non mi sembra possibile il ritorno al tragico terrorismo che abbiamo conosciuto in passato».

L’intelligence: «Grande preoccupazione» per la manifestazione No Tav al cantiere di Chiomonte. Si teme l’azione di piccoli gruppi organizzati in stile black bloc

L’intelligence: «Preoccupazione per la manifestazione di sabato»
Intanto negli apparati di intelligence e sicurezza trapela «grande preoccupazione» per l’annunciata manifestazione No Tav di sabato al cantiere di Chiomonte. Il via libera alla realizzazione dell’opera ha acceso gli animi di una protesta che dura da anni e che ha avuto anche di recente una recrudescenza, come l’assalto di alcuni giorni fa in Val di Susa. A questo si aggiunga la rabbia per la condanna dell’altro ieri degli anarchici, preceduta dall’azione eversiva sulle cabine elettriche dell’alta velocità in Toscana. L’Antiterrorismo sta vagliando le segnalazioni in arrivo da tutta Italia sulla «chiamata alle armi» degli ambienti antagonisti decisi a trasformare i cantieri della Val di Susa in uno scenario di guerriglia. Anche i reparti mobili di polizia, carabinieri e Guardia di finanza sono stati allertati sui potenziali pericoli relativi ad azioni di gruppi organizzati.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...