IL PREMIO

Nobel Economia a Nordhaus e Romer per gli studi su clima e tecnologia


William Nordhaus e Paul Romer

1' di lettura

William Nordhaus e Paul Romer hanno vinto il Premio Nobel 2018 per l’Economia per i loro studi sull’integrazione tra studi sui cambiamenti climatici, innovazione tecologica e analisi macroeconomica. Lo ha deciso l’Accademia reale svedese delle scienze. In particolare, Nordhaus è stato premiato per il lavoro sul clima, Romer per quello sull’innovazione tecnologica.

«Le loro ricerche hanno ampiamente allargato lo spettro dell’analisi economica costruendo modelli chespiegano come l’economia di mercato interagisce con la natura e la conoscenza», ha affermato la Royal Academy. I due vincitori «hanno sviluppato metodi che affrontano alcune delle sfide fondamentali e più urgenti del nostro tempo: combinare la crescita sostenibile a lungo termine dell'economia globale con il benessere della popolazione del pianeta».

Il Nobel per l’Economia. istituito nel 1968, ha un premio di 9 milioni di corone (un milione di dollari). È stato aggiunto all’elenco originale di premi stabilito da Alfred Nobel nel 1895.

Paul Romer, classe 1955, originario di Denver (Usa), è stato capo economista e vice presidente della Banca mondiale fino al 24 gennaio di quest’anno. È professore di economia alla Stern School of Business dell’Università di New York. In precedenza ha insegnato a Stanford.

Nordhaus è insegnante dell'Università di Yale, dove ha studiato, ed è nato nel 1941 ad Albuquerque, nel Nuovo Messico (Usa). E' stato consulente economico durante l'amministrazione Carter ed ha scritto numerosi libri, tra cui il manuale di economia scritto con l'altro premio Nobel, Paul Samuelson.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti