Grandi vigne

Frescobaldi debutta nel Nobile di Montepulciano: acquistati 35 ettari da Cragnotti

Conclusa l'acquisizione della Tenuta Corte della Flora: posizione in Toscana sempre più forte

di Giorgio dell'Orefice

Montepulciano (Adobe Stock)

2' di lettura

Frescobaldi si rafforza in Toscana e sbarca in uno dei pochissimi territori vitivinicoli della Toscana dove ancora non era presente: il Nobile di Montepulciano. Un grande riconoscimento per Montepulciano e per il suo vino Nobile che dopo aver vissuto una positiva stagione estiva di piena ripresa turistica post Covid sta ora registrando per i mesi della vendemmia un vero e proprio sold out.

Marchesi Frescobaldi, infatti, ha fatto sapere di aver concluso l'acquisizione della Tenuta Corte della Flora, realtà di 90 ettari di terreno di cui 35 vitati e che finora era – come rilevato dal sito winenews.it – dell'imprenditore romano Sergio Cragnotti noto in passato per i suoi trascorsi in Ferruzzi e Montedison prima e in Cirio-Bertolli-De Rica. Nel settore agroalimentare ha operato anche rilevando alcune centrali del latte di diverse città italiane a cominciare da quella di Roma, poi fondò la Eurolat successivamente ceduta a Parmalat. Ma Cragnotti ha raggiunto una grande notorietà soprattutto come presidente della squadra di calcio della Lazio con la quale vinse anche lo scudetto nella stagione 1999-2000.

Loading...

Il gruppo guidato da Lamberto Frescobaldi (seconda realtà del vino italiano per redditività con un rapporto tra risultato netto e fatturato che secondo Mediobanca è del 24,5%) rafforza così la propria base produttiva giunta ormai a sfiorare i 1.500 ettari di vigneto in tutte le principali aree viticole della Toscana (da Castello di Nipozzano a Castello di Pomino nel Chianti Rufina, Rémole a Sieci, Tenuta Castiglioni a Montespertoli, Perano a Gaiole in Chianti, oltre al Chianti classico e poi Tenuta Ammiraglia in Maremma e Castelgiocondo a Montalcino). Tenute alle quali si aggiungono vere perle enologiche come Masseto e Ornellaia a Bolgheri o ancora Luce sempre a Montalcino. Alla vera e propria collana di tenute in Toscana va poi aggiunta Tenuta Attems in Friuli Venezia Giulia.

Adesso la nuova scommessa sul Vino Nobile di Montepulciano descritto in alcuni documenti che risalgono fino all'anno 789 come vino dalle grandi qualità.
«Siamo entusiasti di poter dare il nostro contributo alla notorietà della zona – ha commentato il presidente di Marchesi Frescobaldi, Lamberto Frescobaldi–. Ci impegneremo con lo slancio di sempre nel coltivare l'unicità del territorio di Montepulciano, area davvero vocata che conserva in sé un centro abitato con meravigliose caratteristiche di borgo medievale dal fascino e bellezza mozzafiato». «Ho iniziato a lavorare a Montepulciano nel 1985 – ha aggiunto l'enologo e direttore tecnico della Marchesi Frescobaldi, Nicolò D'Afflitto – e sono felice di tornare in una denominazione importante dove il Sangiovese dà una espressione al terroir unica e tipica».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti