ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùselezioni aperte dal servizio sanitario inglese

Non c’è Brexit per i medici: Regno Unito a caccia di 2mila camici bianchi in tutta Europa

di Francesca Barbieri

Medici italiani emigranti, tra gli europei sono il 52%

3' di lettura

Regno Unito a caccia di medici, infermieri e personale sanitario. In “barba” alla Brexit. In attesa di avere notizie certe su tempi e modi di uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea, non si arrestano le ricerche del Servizio Sanitario Nazionale britannico (NHS) rivolte ai camici bianchi di tutta Europa.
Proprio di recente, è stata avviata una campagna per il reclutamento di migliaia di Medici di medicina generale da tutto il Vecchio Continente nei prossimi anni, con 2mila assunzioni nel giro di pochi mesi.

A.A.A. medici stranieri cercansi
«Il Servizio sanitario nazionale inglese sta soffrendo una grave carenza di personale - spiegano da Paragona, società di recruiting di personale medico attiva in tutta Europa -. Pur svolgendo un ruolo vitale nel sistema sanitario britannico, il numero di medici di medicina generale è davvero esiguo».
Le opportunità dunque non mancano sia per gli specializzandi sia per medici di lungo corso. Si stima che migliaia di medici siano stati impiegati dal Servizio Sanitario britannico (NHS) per lavorare in tutto il Regno Unito.

Loading...

PER SAPERNE DI PIÙ / Dalla Gran Bretagna alla Spagna: identikit dei lavori più richiesti in Europa

Campagna di recruiting internazionale
Non c'è da meravigliarsi quindi se il Servizio Nazionale britannico ha lanciato la più grande campagna di reclutamento internazionale volta ad assumere diverse migliaia di Medici di medicina generale per offrire loro lavoro nel Regno Unito. Paragona, che in passato aveva già reclutato diverse centinaia di medici da tutta Europa per lavorare negli ambulatori del Servizio sanitario britannico, ha vinto la gara per poter reclutare personale proveniente da tutti i paesi europei. «L’Nhs - sottolineano da Paragona - ha assicurato che le assunzioni sono in corso e che gli accordi fatti durante la Brexit non avranno alcun impatto sullo sviluppo del progetto».

GUARDA IL VIDEO / Medici italiani emigranti, tra gli europei sono il 52%

«Vorrei assicurare a tutti i medici di medicina generale, provenienti dagli altri Paesi europei - afferma Rachel Souter, Responsabile del reclutamento internazionale, Nhs England - che sono i benvenuti e che i termini, le condizioni dell'offerta e del contratto di lavoro che firmeranno non saranno infranti o modificati a loro svantaggio. C’è una domanda pressante di Medici di medicina generale in Inghilterra, e il loro arrivo ci aiuterà ad affrontare questa richiesta. Qualunque cosa accada in relazione alla Brexit, il Nhs continuerà ad aver bisogno di eccellenti medici da tutta Europa».

Medici in Uk: quali requisiti
Tra le selezioni attualmente aperte si segnala quella per reclutare 100 medici da inviare nelle Midlands Centrali.
Oltre alla laurea in medicina più la specializzazione, requisito fondamentale è la certificazione della lingua inglese Yelts (livello 7.0 o Oet livello B).
L’offerta standard - sulla base dell’ultima ricerca avviata dal portale Eures in Italia - prevede un contratto triennale rinnovabile e una retribuzione iniziale di 3.000 sterline nette mensili nella fase di osservazione, 3.500 sterline nette mensili nella fase di supervisione e 68.000 – 72.000 sterline annue lorde, una volta superato l’esame per l’iscrizione all'albo dei medici di famiglia. Previste anche agevolazioni per le spese di sistemazione iniziali, che possono arrivare fino a 12.000 sterline.

Infermieri e professioni sanitarie: più di cento annunci su Eures
La ricerca di personale in ambito sanitario in Gran Bretagna non si ferma ai medici. Basta consultare il portale Eures per trovare oltre 100 annunci (molti dei quali con più di una posizione aperta) indirizzati a infermieri, ostetriche, professionisti sanitari per l’assistenza domiciliare. Anche in questo caso, oltre a titoli di studio riconosciuti, è d’obbligo la conoscenza certificata dell’inglese abbinata a una buona dose di esperienza.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti