Aziende sostenibili

Non è climate change il ghiaccio viene prodotto al sole della Sicilia

Cento milioni di cubetti di ghiaccio prodotti a Termini Imerese con un impianto fotovoltaico da 200 kW. E senza plastica

di M.Cristina Ceresa

(EPA)

2' di lettura

Più sole ci sarà sulla già calda Sicilia e più Ice Cube, azienda palermitana che produce ghiaccio, sarà felice: non solo perché con il caldo cresce la domanda di refrigerio (Ice Cube fornisce di ghiaccio puro per uso alimentare Gdo e Horeca in tutta Italia), ma anche perché i pannelli fotovoltaici da poco installati sul tetto della fabbrica di Termini Imerese alimenteranno la produzione di ghiaccio di questa azienda.

Va detto che per produrre un chilogrammo di ghiaccio servono tra i 140 e i 150 Wh e Leopoldo Lipocelli, founder & Ceo di Ice Cube si sente pronto a “sfornare” circa due milioni di chilogrammi e oltre cento milioni di cubetti di ghiaccio confezionato da energia solare.

Loading...

Dai calcoli dell'azienda, in un solo giorno di sole estivo, la produzione di energia dell'impianto fotovoltaico Ice3 potrà arrivare a coprire la produzione di circa 10mila chilogrammi di ghiaccio, ovvero oltre mezzo milione di cubetti.

Con un investimento di circa 250mila euro, cui ha contribuito con una quota parte il bando regionale Pofesr 4.2.1, l'azienda palermitana ha ricoperto l'intera superficie di 1.600 metri quadri del tetto dello stabilimento. In tutto 658 moduli policristallini da 300W l'uno, per una potenza nominale di circa 200 kW.

Secondo l'esperienza di Lipocelli «tutta l'energia prodotta durante il giorno dall'impianto fotovoltaico sarà interamente assorbita dalla nostra produzione, sia in estate che in inverno» e quindi non è stata prevista l'installazione di alcun accumulatore.

Nel frattempo, Ice Cube ha previsto altre azioni di efficientamento energetico tra cui «l'installazione di un impianto di recupero dei cascami termici della neve di scarto, che ha permesso un 15% circa di risparmio energetico». In dirittura d'arrivo anche una centrale frigorifera ad alta efficienza che – secondo i piani dell'azienda - porterà un ulteriore risparmio energetico del 15-20%.

All'introduzione dell'impianto fotovoltaico si affianca la scelta di eliminare la plastica. L'azienda ha infatti optato per la creazione di un packaging 100% vegetale e compostabile a base di granuli derivante da prodotti cerealicoli. Questo andrà a ricoprire i cubetti di ghiaccio prodotti con acqua oligominerale che sgorga delle sorgenti di Scillato nel gruppo montuoso delle Madonie siciliane.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti