In edicola il 25 gennaio

Non profit, una guida per muoversi tra fisco, tecnologie e alleanze

2' di lettura

Come hanno reagito le non profit alla pandemia? Riusciranno ad affrontare le sfide poste dalla riforma del terzo settore? Come si fa a lavorare nella cooperazione internazionale? Risponderà a queste domande, e tante altre, la “Guida al terzo settore” che uscirà in allegato al Sole 24 Ore il 25 gennaio. Le oltre 362mila organizzazioni non profit, con i loro 862mila addetti, rappresentano il terzo pilastro del paese accanto allo Stato e al mercato. Il non profit è chiamato a mettere in gioco il suo potere trasformativo davanti alle grandi sfide dell'oggi, dalla sostenibilità ambientale alla lotta alle diseguaglianze.

Duramente colpite nelle attività e nei bilanci dal lockdown del 2020, ora le non profit si stanno rimboccando le maniche per innovare i servizi anche attraverso la transizione digitale. Allo stesso tempo sono chiamate ad affrontare le sfide poste dalla riforma del terzo settore come la svolta verso criteri di “imprenditorialità”. E da due mesi – dal 23 novembre 2021 – sono aperte le iscrizioni al Registro Unico Nazionale del Terzo settore a cui sono chiamate a iscriversi organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale; enti filantropici, imprese sociali, incluse le cooperative sociali, reti associative; società di mutuo soccorso; altri enti del Terzo settore.

Loading...

La Guida al Terzo Settore, elaborata in collaborazione con i migliori esperti del Sole 24 Ore e in vendita con il quotidiano (a 0,5 euro in più) e fornisce anche orientamenti operativi, da come si organizza una raccolta fondi efficace alle agevolazioni fiscali previste sia per gli enti del terzo settore sia per i donatori.

Ecco l’indice della Guida: 1) Il terzo settore verso nuovi modelli: tra imprenditorialità e sostenibilità 2)Fundraising. Come ci si finanza online e offline 3) Come funzionano le regole del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore 4)Le principali agevolazioni fiscali previste dal Codice del terzo settore (per Ets e imprese sociali) 5)Tech for good: piattaforme, tool e tecnologie per avere impatto 6) I settori (ambiente, migranti e welfare) e le alleanze necessarie: i rapporti con le imprese, con fondazioni ex bancarie, con l'impact investing 7)Lavorare e formarsi nel terzo settore: quali percorsi per entrare e avanzare

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti