Non si arresta il calo delle nascite in Italia. Mattarella: problema natalità riguarda esistenza Paese

1/10L'ALLARME DELL'ISTAT

Non si arresta il calo delle nascite in Italia. Mattarella: problema natalità riguarda esistenza Paese

di Andrea Carli

default onloading pic

Continua a diminuire la popolazione italiana. Stando alla fotografia scattata dall’Istat nell’annuale rapporto sugli indicatori demografici, al 1° gennaio 2020 i residenti ammontano a 60 milioni 317mila, 116mila in meno su base annua. Aumenta il divario tra nascite e decessi: per 100 persone decedute arrivano soltanto 67 bambini (dieci anni fa erano 96). Positivi ma in rallentamento i flussi migratori netti con l’estero: il saldo è di +143mila, 32mila in meno rispetto al 2018, frutto di 307mila iscrizioni e 164mila cancellazioni. Ulteriore rialzo dell’età media: 45,7 anni al 1° gennaio 2020.

«Chi è anziano come me - ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella - ha ben presente l’abbassamento di scala della natalità nelle generazioni. Due generazioni prima della mia, i figli erano numerosi; poi si sono ridotti ancora. E questo è un problema che riguarda l’esistenza del nostro Paese». Ecco, in sintesi, come cambia l'assetto demografico del Paese.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti