Inchiesta sui criptoasset

Non solo Bitcoin: nel grande mercato della blockchain i criptoasset sono diventati 16.300

Il focus degli investimenti digitali si sposta su contratti automatici, finanza decentralizzata, arte e metaverso

di Vittorio Carlini

Nuove funzionalità e smart contract, cosa cambia per bitcoin con l’upgrading di Taproot

4' di lettura

«Il 2022 sarà l’anno della conferma della blockchain al di là del bitcoin» dice Nicola Attico, esperto di criptoeconomia. «Il centro del palcoscenico -fa da eco Andrea Medri, co-fondatore di The Rock Trading - verrà occupato da applicazioni con valenza d’uso». Un esempio? I contratti automatici. Questi spingeranno, oltre alla finanza decentralizzata, «l’uso di asset quali i token non fungibili nell’arte o nel gaming». «Senza scordare, poi - aggiunge Andrea Conso, avvocato esperto di criptovalute -, «...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti