focus norme e tributi

Non solo Brexit: ecco le nuove dogane (con le prime risposte dell’Agenzia)

In edicola mercoledì 24 febbraio con Il Sole 24 Ore, una guida alla gestione delle conseguenze della Brexit e alle procedure digitalizzate e semplificate che stanno cambiando il volto delle Dogane

1' di lettura

Mentre ancora si lavora su come limitare le restrizioni doganali causate dalla fuoriuscita del Regno Unito dalla Ue (puntualmente descritte nel Focus), prende sempre più corpo un sistema imperniato su agevolazioni e snellimento, frutto tanto di accordi internazionali quanto di digitalizzazioni in grado di snellire le pratiche. Con regimi particolari per prodotti come plastica e zucchero. Come riferimento per gli operatori, due pagine sono dedicate alle risposte dell'agenzia delle Dogane ai quesiti degli esperti del Sole.

C’è tutto questo nel Focus Norme e Tributi in edicola con Il Sole 24 Ore del 24 febbraio.

Loading...

Le questioni operative connesse alla Brexit vanno dall’emergenza causata sul fronte dei trasporti per le merci che si trovavano già in viaggio da e per il Regno Unito (Uk) alla mezzanotte del 31 dicembre 2020 fino alla gestione delle nuove procedure. In attesa che si approfondiscano le intese Ue-Uk per arrivare a un regime di scambi agevolati.

Brexit a parte, già da qualche anno le Dogane italiane hanno avviato un processo di digitalizzazione per anticipare il disbrigo degli adempimenti legati alle merci importate e importate, anche solo temporaneamente per lavorazioni. Il Focus fa il punto su dove è arrivato questo processo evolutivo.

Sono pubblicati anche casi pratici che si presentano di frequente alle imprese. E si illustrano le potenzialità di nuovi strumenti, come i depositi fiscali, non ancora conosciuti appieno dal mondi imprenditoriale.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti